Aprire un bistrot: tutto quello che devi sapere

Aprire un piccolo bistrot

Un bistrot rappresenta quel tipo di attività che, sicuramente, ti ha da sempre incuriosito vista la sua struttura ed ovviamente le diverse pietanze e bevande che devono essere servite. Vediamo ora come potrai procedere per poter aprire un bistrot in maniera vincente, senza che vi possano essere complicazioni che, effettivamente, risultano essere tutt’altro che piacevoli da affrontare in prima persona.

APRIRE UN BISTROT: DA DOVE COMINCIARE

Per aprire un bistrot devi avere ovviamente un’idea chiara del tipo di cibo e bevande che dovrai servire ai tavoli. Devi ovviamente prendere in considerazione il fatto che, questo locale, viene definito anche come piccola caffetteria.

Pertanto devi assolutamente cercare di mettere in primo piano le diverse pietanze che andrai a servire ai tavoli, prendendo ovviamente in considerazione diverse tipologie di pietanze tipiche come ad esempio caffè, panini e paste. Seleziona quindi quello che andrai ad offrire ai tuoi clienti, in modo tale che la tua attività possa contraddistinguersi in maniera assai positiva.

COSA TI SERVE PER APRIRE UN BISTROT

Parliamo ora di cosa ti serve per aprire un bistrot. In primo luogo devi possedere un tipo di titolo di studio che ti permetta di poter ottenere il miglior tipo di soddisfazione possibile, ovvero il titolo di studio presso un istituto alberghiero. Devi assolutamente essere in grado di possedere tale tipologia di requisito, cosa che non devi sottovalutare: senza questo titolo di studio potresti trovarti in grossa difficoltà nel momento in cui decidi di avviare tale tipologia di attività.

Ovviamente potrai anche optare per un corso professionale che ti permette di capire come, effettivamente, funziona questo particolare tipo di attività, senza che tu possa commettere degli errori.
Sostanzialmente devi essere visto come un vero e proprio esperto che sa come servire i piatti e le bevande, cosa che non devi assolutamente sottovalutare. Potrai quindi percorrere delle strade differenti ma ricordati: in entrambi i casi il titolo di studio non deve essere assolutamente assente, proprio per evitare di andare incontro a delle conseguenze negative.

I CORSI AGGIUNTIVI CHE DEVI FREQUENTARE

Non devi di certo mettere in secondo piano alcuni dei corsi aggiuntivi che devi necessariamente seguire, in maniera tale che tu possa evitare delle conseguenze che risultano essere del tutto negative. Bisogna cercare assolutamente di prendere parte al corso relativo alla sicurezza sul lavoro, che ti permette di poter evitare che, durante la tua attività, tu possa andare incontro a delle conseguenze che risultano essere tutt’altro che positive.

Devi anche essere in grado di sapere come versare e servire bevande e cibi che risultano essere tipici di questo particolare tipo di bistrot. Dovrai quindi prendere in considerazione il fatto che, il corso HACCP deve essere sempre presente nelle tue conoscenze e competenze, in maniera tale che tu possa avviare la tua attività. Questo ti permette di possedere tutti i vari tipi di conoscenze tipiche che ti offrono il miglior tipo di soluzione per poter aprire un bistrot.

LA SCELTA DEL LOCALE

Ovviamente devi anche essere in grado di effettuare una scelta fondamentale che riguarda la tua intenzione di aprire un bistrot. Bisogna essere ovviamente in grado di scegliere un locale che non ti venga a costare un occhio della testa. Grazie a questo particolare tipo di soluzione, sarai in grado di poter ottenere il miglior tipo di soluzione possibile: potrai evitare quindi delle spese che risultano essere veramente eccessive e che potrebbero incidere, in maniera negativa, sul tuo budget.

Cerca quindi di scegliere un locale che risulta essere lontano da altri tipi di locali simili, cosa che non devi sottovalutare: evitare la concorrenza ti permette di poter evitare delle problematiche che potrebbero poi incidere sul successo del tuo locale. Devi anche scegliere una zona dove è possibile parcheggiare le auto o altri mezzi di trasporto. Procedendo in questo modo sarai in grado di poter ottenere solo ed esclusivamente delle conseguenze positive non avrai difficoltà ad avere successo col tuo locale.

IL BISTROT ED IL CONTROLLO IGIENICO

Devi ovviamente richiedere il controllo igienico nel momento in cui dovrai aprire un bistrot. Questa procedura risulta essere veramente essenziale in quanto, grazie a tale tipologia di verifica, potrai essere sicuro/a del fatto che, il tuo locale, possa essere definito come idoneo per poter lavorare in maniera corretta e senza alcun tipo di blocco dovuto a norme igieniche violate.

Dovrai ovviamente essere sicuro/a del fatto che, il tuo locale, superi ogni norma igienica e soprattutto devi anche cercare di evitare che, l’igiene stesso, possa venire a mancare nel momento in cui vengono effettuate delle particolari tipologie di ispezioni che potrebbero essere improvvise. Cerca quindi di mantenere sempre al massimo tale tipologia di elemento presente in quanto, l’igiene, rappresenta quel tipo di caratteristica che non deve essere per nessun motivo assente nel tuo locale.

PRIMI PASSAGGI BUROCRATICI

Ora che sei pronto ad aprire un bistrot, devi svolgere qualche passaggio burocratico, come ad esempio quello che riguarda la SCIA. Devi infatti segnalare l’inizio della tua attività al Comune dove si trova appunto tale tipologia di bistrot.

Devi anche registrare la tua impresa ed aprire la tua partita IVA. Questo in modo tale che, ogni aspetto che rientra in questa categoria di operazioni che devi necessariamente svolgere, potrà essere affrontato nel migliore dei modi.

Devi anche svolgere i tuoi adempimenti con INAIL e INPS, che ti consentono appunto di poter assumere del persona che ti aiuterà a svolgere ogni singola tipologia di operazione. Cerca quindi di svolgere tutte queste operazioni nel momento in cui sei convinto al cento per cento di poter riuscire ad ottenere il miglior tipo di soddisfazione possibile. Cerca quindi di non dimenticarti ogni singola tipologia di operazione burocratica, in maniera tale che sia possibile poter essere sicuro di poter avviare il tuo bistrot senza alcun tipo di errore.

PROCURATI DEL DENARO CONTANTE

Ovviamente, per poter avviare in maniera corretta e vincente un bistrot, avrai bisogno di diverso denaro per poter affrontare tutte le diverse spese che risultano essere necessarie per poter appunto avviare la tua attività. Sarà quindi possibile poter richiedere dei preventivi che ti permettono di poter affrontare le suddette spese.

Potrai optare per contributi a fondo perduto oppure altre tipologie di finanziamenti, cosa che bisogna cercare di tenere bene a mente e che ti permette di poter ottenere il contante utile per poter avere la sicura del fatto che, le diverse spese, potranno essere appunto affrontate nel migliore dei modi. Cerca quindi di studiare ogni singolo preventivo ed i dettagli che lo caratterizza: in questo modo potrai essere sicuro/a del fatto che, tutte queste particolari tipologie di situazioni potranno essere risolte in maniera rapida e veloce.

LE SPESE CHE DEVI SOSTENERE

Ora parliamo delle spese: per aprire un bistrot dovrai pagare quelle relative all’affitto del locale ed ovviamente dovrai comprare tutta l’attrezzatura che risulta essere in grado di offrirti la possibilità di poter riuscire ad operare in una maniera che potrai lavorare ed offrire bevande e cibi di ogni tipo che caratterizzano appunto il bistrot stesso. Dovrai anche affrontare tutte le diverse spese che riguardano l’assunzione del persona che svolgerà il ruolo di tuo collaboratore, senza il quale potresti trovarti in difficoltà.

Aggiungi anche che, per poter lavorare, avrai bisogno delle materie prime che naturalmente dovranno essere acquistate: grazie a questo insieme di spese sarai in grado di poter avviare il tuo bistrot e renderlo effettivamente operativo senza che vi possano essere delle conseguenze spiacevoli. Tutti questi particolari passaggi risultano essere in grado di garantirti il miglior tipo di successo possibile: con questo modo di procedere potrai essere sicuro del fatto che, il tuo bistrot, potrà essere attivo e tu possa quindi essere in grado di lavorare e servire ottime pietanze.

 

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.