Vendere su Amazon Tasse: vediamole!

vendere su amazon tasse

Vendere su Amazon Tasse: quali tasse sono da pagare?

Vendere su Amazon e tasse: quali sono i metodi per minimizzare il pagamento delle tasse e per massimizzare i profitti? Che inquadramenti sono possibili per avviare e proseguire l’attività?

Una persona che vende online è un soggetto che svolge la sua attività in modo professionale e continuativo e per tale ragione deve essere titolare di Partita IVA.

Possono vendere online senza Partita IVA solo i lavoratori autonomi, se svolgono tale attività in modo occasionale. Nel caso in cui invece anche un lavoratore autonomo crea, per esempio, il suo sito internet o pubblicizza i suoi prodotti sui social, non può più considerarsi un’attività occasionale.

In ogni caso chi vende invece su Amazon non è un lavoratore autonomo e quindi non potrà mai vendere senza la Partita IVA.

Quali pratiche sono da presentare per avviare l’attività?

Entrando nello specifico ambito del vendere su Amazon, per poter svolgere l’attività è necessario presentare diverse pratiche.

Come prima cosa bisogna aprire la Partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, presentando telematicamente una pratica, nella quale sono indicati i vari dati e soprattutto il codice Ateco 47.91.10. Si deve poi presentare la SCIA al comune, fare l’iscrizione presso il Registro delle Imprese e alla gestione commercianti per pagare i contributi INPS.

La gestione commercianti dell’INPS, è bene ricordare, prevede di pagare dei contributi minimi obbligatori, indipendentemente dalle vendite effettuate. E’ però possibile chiedere l’esonero dal pagamento di questi contributi nel momento in cui si è anche lavoratori dipendenti a tempo pieno oppure, se si è in regime forfettario, si può chiedere lo sconto del 35% sui contributi.

Quali inquadramenti sono possibili per cominciare l’attività?

Ci sono essenzialmente quattro tipologie di regimi che danno la possibilità di iniziare a vendere su Amazon, ovvero il regime forfetario, la ditta individuale o le società di persone e le società di capitali.

Il regime forfettario offre vantaggi come costi bassi, gestione semplificata e la possibilità di applicare un prezzo più basso senza IVA. La tassazione è bassa, al 5% o 15%, calcolata su un margine fisso. Gli svantaggi includono l’impossibilità di recuperare l’IVA sugli acquisti e l’obbligo di applicare l’IVA sulle vendite estere.

La ditta individuale e le società di persone hanno costi più bassi e gestione più semplice rispetto alle società di capitali. La tassazione è sull’effettivo margine di profitto. Tuttavia, la tassazione è più alta rispetto al regime forfettario e i soci rispondono in modo illimitato per i debiti.

Le società di capitali offrono responsabilità limitata per i soci e ottimizzazione fiscale inserendo alcune spese. Gli svantaggi includono costi di gestione più alti e maggior formalità.

Qui puoi trovare il modello AA7/9, utile per le dichiarazioni di inizio attività.

Se vuoi prenotare una consulenza con noi, CLICCA QUI!

Se vuoi approfondire il tema “Vendere su Amazon Tasse”, guarda questo video.

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.