Registrazione marchio: una guida informativa

Registrazione Marchio

Registrazione marchio: una guida informativa

Cos’è un marchio? Il marchio è un segno distintivo che identifica i prodotti o i servizi di una determinata impresa e si differenzia da quelli della concorrenza. Può essere costituito da parole, disegni, simboli o anche colori e suoni.

Con la procedura di registrazione del marchio si otterranno vari vantaggi: infatti un marchio garantisce al proprietario il diritto esclusivo di utilizzarlo per identificare beni o servizi ed è fondamentale per il branding e per la creazione di una fedeltà del cliente.

Registrare un marchio fornisce protezione legale contro l’uso non autorizzato, conferendo al proprietario il diritto di agire legalmente in caso di contraffazione. Aiuta anche a costruire e mantenere la reputazione e l’identità dell’impresa. In molti paesi, inoltre, la registrazione del marchio è un requisito per ottenere i diritti legali per prevenire l’uso non autorizzato. Questo include il diritto di porre un simbolo ® accanto al marchio, indicando che è registrato e protetto.

Il marchio per poter essere registrato deve godere di due requisiti specifici: novità e originalità. Infatti deve essere distintivo e non simile a marchi già esistenti per evitare confusione.

Ma non solo, dovrà avere capacità distintiva, cioè essere in grado di identificare i prodotti o i servizi come originati da una determinata impresa, e dovrà essere lecito, ovvero non deve ingannare il pubblico o violare la legge.

Tipi di marchi e costi fissi di registrazione

Ci sono 4 tipologie di marchio: nazionale, comunitario, internazionale ed estero.

Il marchio nazionale

È un marchio che viene registrato presso l’UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) ed è valido solo ed esclusivamente sul territorio italiano.

Il costo di deposito per il marchio è di € 101,00 per una Classe di Nizza e di € 34,00 per ogni Classe aggiuntiva. A queste cifre vanno aggiunti altri costi: una marca da bollo pari ad € 42,00 e € 34,00 di tassa governativa

Il marchio comunitario

È un marchio che viene registrato presso l’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) ed è valido su tutto il territorio dell’Unione Europea, Italia compresa. Si tratta di un marchio unitario, conseguentemente non è possibile limitare la sua validità solamente ad alcuni Stati dell’Unione, escludendone altri. Anzi, in caso di nuove adesioni, la validità del marchio verrà estesa automaticamente anche al nuovo Stato aderente.

Per quel che riguarda i costi, il deposito per il marchio è di € 850,00 per una Classe di Nizza e di € 50,00 per la seconda Classe e di € 150,00 per ogni classe aggiuntiva alla seconda.

Il marchio internazionale

Solamente il titolare di un marchio già registrato a livello nazionale o comunitario può richiedere tale tipo di registrazione presso WIPO (World Intellectual Property Organization – Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale). Il marchio internazionale non è un marchio unico come quello comunitario, ma un fascio di marchi dei paesi extraeuropei, che hanno aderito all’Accordo di Madrid e al Protocollo di Madrid, in cui verrà registrato. Per questo nella domanda di registrazione è necessario scegliere gli Stati di interesse.

Il costo di deposito di un marchio internazionale nei Paesi che aderiscono al Sistema di Madrid è di circa € 800,00, oltre le tasse dei Paesi di interesse in cui si intende registrare il marchio.

Il marchio estero

Tale registrazione può essere utilizzata da tutti coloro che intendono farsi conoscere o che operino in tutti quei Paesi che pur essendo extraeuropei non aderiscano al Sistema di Madrid, come gli Emirati Arabi. In tal caso sarà necessario scegliere il Paese di interesse e utilizzare la procedura del paese stesso per la registrazione.

I costi in tal caso variabili perché si dovrà tener conto della tassazione del Paese scelto, normalmente la cifra parte da un prezzo di circa € 1.000,00

Il Processo di Registrazione del Marchio

La prima cosa da fare quando vuoi registrare il tuo marchio è la ricerca di anteriorità. Essa è essenziale per verificare che il marchio non sia già stato registrato o sia troppo simile a uno esistente. Una volta conclusa, con esito positivo, tale ricerca sarà poi necessario individuare le Classi d Nizza di appartenenza del tuo marchio! Le Classi di Nizza o classi merceologiche definiscono i prodotti e i servizi per i quali il marchio è tutelato. Per classificare qualsiasi prodotto o servizio esistono 45 classi merceologiche, suddivise per natura, impiego e valore commerciale.

Una volta individuate le classi di appartenenza sarai pronto per presentare la domanda di registrazione.

La Registrazione

La procedura di registrazione è simile per i marchi nazionali, comunitari e internazionali (in quest’ultimo caso è necessario che la domanda sia presentata in lingua ufficiale), differisce solo relativamente al marchio estero, in quanto bisogna rispettare le regole del Paese scelto per la registrazione.

In primo luogo sarà necessario predisporre la documentazione, che varia a seconda del paese, ma generalmente include il disegno del marchio, l’elenco dei prodotti o servizi da coprire e una tassa di registrazione. Le modalità di presentazione possono variare tra online e cartacea. Molte giurisdizioni offrono la possibilità di presentare la domanda online attraverso i portali ufficiali.

L’ufficio marchi esaminerà la domanda per assicurarsi che soddisfi tutti i criteri richiesti, se tale controllo preliminare avrà esito positivo procederà alla pubblicazione della tua domanda. Dalla data di pubblicazione decorreranno tre mesi nei quali tutti coloro che sono titolari di diritti anteriori avranno la facoltà di presentare opposizione alla registrazione. In tale ultimo caso si aprirà un eventuale procedimento amministrativo atto a verificare le ragioni degli opponenti. In caso di esito positivo della procedura di opposizione per il richiedente o, viceversa, in assenza di opposizioni di terzi, il marchio verrà registrato e l’ufficio competente emetterà il relativo attestato.

La registrazione ha valenza decennale, allo scadere potrà essere rinnovata per altri dieci anni.

Vantaggi derivanti dalla registrazione di un marchio

Innanzitutto registrando il tuo marchio la tua impresa ne potrà beneficiare in termini di pubblicità, in quanto attirerai i consumatori verso determinati prodotti o servizi e, dal punto di vista comunicativo e distintivo, perché permetterai al consumatore di avere la certezza circa origine e qualità di un determinato prodotto.

Non solo! Godrai anche di un diritto di esclusiva! Infatti, tramite la registrazione acquisterai il monopolio sull’uso di un determinato prodotto o servizio, impedendo a terzi di appropriarsi o utilizzare segni identici o simili nel medesimo segmento di mercato. Inoltre, il marchio registrato permette di avere un titolo valido per avanzare un’azione di contraffazione contro tutti quei segni concorrenti sul mercato che potrebbero generare confusione negli acquirenti o danneggiare la reputazione del titolare stesso.

Potrai poi decidere di sfruttare il valore commerciale derivante dal tuo marchio, concedendolo in licenza d’uso o cedendolo del tutto ad altri soggetti!

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.