Regime Fiscale Canarie: scopriamolo insieme!

Regime Fiscale Canarie

Regime Fiscale Canarie: quali sono i benefici fiscali previsti per le persone fisiche e per le società? 

Le Isole Canarie si distinguono dagli altri paesi per via del loro regime fiscale molto vantaggioso, fornendo così molte opportunità di investimento per gli imprenditori italiani. Il trasferimento alle Canarie è un argomento molto frequente anche per le consulenze, perciò è necessario comprendere il regime fiscale e i diverti tipi di società che si possono costituire sul territorio.

In questo articolo sul Regime Fiscale Canarie scopriremo:

  • I diversi tipi di società
  • Le imposte sulle persone fisiche e giuridiche
  • I pensionati alle Canarie

 

I diversi tipi di società

Se si decide di trasferirsi nelle isole Canarie per motivi imprenditoriali, è essenziale analizzare le forme giuridiche regolate dal diritto tributario locale e le Tasse da pagare alle Canarie.

Esistono diverse forme giuridiche:

  1. L’Autonomo, opzione scelta da coloro che desiderano lavorare come freelance o professionisti autonomi. Non richiede un capitale iniziale, ma l’individuo è responsabile personalmente dei debiti contratti durante la sua attività.
  2. La Società a Responsabilità Limitata (SL), ovvero l’opzione più comune per le piccole e medie imprese per la cui costituzione è richiesto il versamento di un capitale minimo di 3.000 euro;
  3. la Società a Responsabilità Limitata di Nuova Creazione (SLNE), ovvero una variazione della SL, destinata a facilitare la creazione di nuove imprese e che, per questo, offre un processo di costituzione più semplice e veloce rispetto alla SL;
  4. La Società Anonima (SA) che, invece, è la forma societaria solitamente utilizzata per grandi imprese e richiede un capitale minimo di 60.000 euro;

Le imposte sulle persone giuridiche

Un aspetto cruciale per gli imprenditori che decidono di trasferirsi alle Canarie e avviare una nuova attività d’impresa riguarda le imposte da applicare sul reddito delle Società (IS).

Il regime fiscale delle Isole Canarie prevede una tassazione del 25% per le società con sede legale sul territorio spagnolo, da applicare sui profitti realizzati durante l’anno fiscale, questa aliquota è valida per la maggior parte delle imprese, salvo diverse esenzioni.

L’isola offre anche molti incentivi fiscali come la Zona Speciale Canaria (ZEC) e la Riserva per gli Investimenti nelle Canarie (RIC).

Per quanto riguarda la ZEC si tratta di una zona a bassa tassazione istituita per promuovere nuovi investimenti per lo sviluppo delle Canarie, le imprese che operano nella ZEC godono di un tasso d’imposta sul reddito ridotto al 4% dal 25% originario, a patto che si rispettino 2 requisiti:

  • creare almeno cinque posti di lavoro nel primo anno di attività,
  • investire un minimo di 100.000 euro in attività fisiche e materiali nelle Canarie.

Parlando della RIC invece, consente di detrarre fino al 90% degli utili reinvestiti nelle Canarie, può essere utilizzata per diversi nuovi investimenti come l’acquisto di nuove attrezzature, la costruzione o la ristrutturazione di nuovi edifici e nuovi investimenti alla ricerca dello sviluppo sostenibile.

Le imposte sul reddito delle persone fisiche

Un aspetto molto importante da tener conto se si decide di trasferirsi, sono le tasse sui redditi personali.

L’IRPF è l’imposta che grava sul reddito percepito dai soggetti residenti nel territorio isolano e che vi permangono per almeno 183 giorni l’anno. Proprio come in Italia, il sistema di tassazione è proporzionale con un’aliquota del 19% per redditi inferiori a 12.450 euro, del 24% fino a 20.200 euro, 30% sugli importi che non superano i 34.000 euro, fino ad arrivare al 45% per i redditi oltre i 60.000 euro.

Le persone fisiche non residenti, invece, sono soggette al pagamento di una tassa denominata IRNR che grava sul reddito percepito dai soggetti nel territorio isolano ed estero. L’aliquota che si applica al totale dei redditi è del 19%.

Si aggiunge l’Imposta sulla Ricchezza, che va dallo 0,2% al 2,5%, applicata a coloro che, residenti fiscali alle Canarie, hanno un patrimonio netto di oltre 700.000 euro, esclusa la casa principale fino a un valore di 300.000 euro.

Detrazioni Fiscali alle Canarie

Nel sistema fiscale spagnolo, e quindi anche nelle Canarie, esistono numerose detrazioni fiscali che possono essere applicate al reddito personale. Queste possono avere un impatto significativo sull’importo dell’Imposta da calcolare sul reddito, ed alcune di quelle più comuni includono:

  • Contributi ai piani pensionistici;
  • Acquisto di abitazione principale, ad uso residenziale;
  • Spese mediche non coperte dall’assistenza sanitaria pubblica;
  • Spesa per l’istruzione dei figli;
  • Donazioni a enti di beneficenza riconosciuti;
  • Spesa per ristrutturazione edilizia della propria abitazione.

L’iva

L’Imposta sul Valore Aggiunto nelle Canarie è chiamata IGIC (Impuesto General Indirecto Canario) che ha diversi livelli di tassazione a seconda del tipo di prodotto o servizio.

Il tasso generale è del 7% per servizi “ordinari”, fino a raggiungere un massimo del 15% per beni e servizi non primari, come l’acquisto di beni preziosi. L’imposta è significativamente più bassa rispetto ai tassi di IVA applicati in molti paesi europei, soprattutto sui servizi di trasporto (pari al 3%) e sui prodotti e servizi primari (0%), quali:

  • prodotti alimentari di base;
  • prodotti farmaceutici e dispositivi medici;
  • servizi di educazione e sanitari;
  • operazioni immobiliari, come la vendita di abitazioni usate;

Le imposte per i pensionati

A questo punto, nell’analisi del Regime Fiscale Canarie, potrebbe sorgere la domanda: quando può essere vantaggioso trasferirsi alle Canarie da pensionato?

Per i pensionati, trasferirsi in queste isole può rappresentare una significativa opportunità sia dal punto di vista della qualità della vita che dal punto di vista fiscale.

Per quanto riguarda le imposte, il sistema fiscale spagnolo prevede una serie di detrazioni legate alle spese mediche, ma l’aspetto più importante è che le aliquote fiscali sono di gran lunga inferiori a quelle italiane, ovviamente la convenienza si riduce all’aumentare del reddito. Si parte da un’imposta fissa del 24% fino a 60.000 euro fino a raggiungere il 47% per importi superiori.

Infine, è importante sottolineare che le Canarie offrono un’eccellente assistenza sanitaria, con una rete di ospedali e cliniche pubbliche e private. Il sistema sanitario spagnolo è noto per la sua alta qualità e accessibilità, e i residenti delle Canarie hanno accesso a questo sistema.

 

Se hai bisogno di una consulenza fiscale per approfondire l’argomento CLICCA QUI!

Se vuoi approfondire il tema “Regime Fiscale Canarie” guarda questo video.

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.