Le detrazioni 2017: il risparmio energetico e il recupero edilizio

le detrazioni 2017

LE DETRAZIONI 2017

Le detrazioni 2017 riguardanti le operazioni di recupero edilizio o di risparmio energetico sono state ridefinite o confermate dalla nuova Finanziaria. Il Legislatore ha:

  • prorogato la possibilità di ottenere  la detrazione IRPEF sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio nella misura del 50% su una spesa massima di  96.000 €;
  • prorogato la detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica, sempre nella misura del 65% e è stata introdotta una nuova disposizione per gli interventi realizzati sulle parti comuni condominiali.
  • è stata prorogata anche la detrazione del 65% per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali utilizzati per controllare da remoto gli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e di climatizzazione;
  • prorogato la detrazione per l’acquisto di immobili oggetto di interventi di recupero edilizio, per una spesa massima di 10.000 € e una detrazione del 50% nei 10 anni successivi.

Per quanto riguarda le detrazioni 2017 non è stata invece prorogata la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili destinati ad arredare l’abitazione principale acquistata dalle giovani coppie.

Le detrazioni IRPEF per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio sono quindi previste nella misura del 50% su un importo massimo di 96.000 € ; è riconosciuta per le spese sostenute fino al 31 Dicembre 2017.

LE DETRAZIONI SUGLI INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO

Le detrazioni 2017 fruibili per gli interventi di recupero edilizio sono:

  • manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro e risanamento conservativo,interventi di ristrutturazione edilizia, effettuati su parti comuni di edificio;
  • manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale;
  • ricostruzione o ripristino di un immobile che è stato danneggiato da eventi calamitosi, sempre che sia stato dichiarato lo stato di emergenza.
  • realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali;
  • eliminazione delle barriere architettoniche, ascensori e montacarichi, strumenti che favoriscano la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap grave;
  • opere per la cablatura degli edifici e il contenimento dell’inquinamento acustico.

GLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Per quanto riguarda le detrazioni 2017 la Finanziaria ha prorogato fino al 31 dicembre di quest’anno le detrazioni riguardanti gli interventi di riqualificazione energetica, sempre mantenendo al 65% la detrazione prevista.

Con la Finanziaria 2017 è stato inoltre prorogata la possibilità di usufruire delle detrazioni relative agli interventi di riqualificazione energetica effettuati nelle parti comuni condominiali, fino al 31 dicembre del 2021.

Rispetto all’anno 2016 non sono state apportate alcune modifiche per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione energetica sulla quale è possibile fruire di tale agevolazione, per esempio:

  • Interventi riguardanti le pareti, coperture e pavimenti, finestre e infissi che limitano la dispersione di calore all’esterno;
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali, strutture sportive, scuole e Università.
  • in  caso di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione; o con impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza o con impianti geotermici a bassa entalpia, dal 2008.
  • Sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria;

Sono invece esclusi gli interventi per l’installazione di pannelli fotovoltaici.

VUOI FISSARE UN APPUNTAMENTO PER RICEVERE ASSISTENZA FISCALE?

LASCIACI I TUOI DATI E TI RICHIAMEREMO AL PIU’ PRESTO!

 

 

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.