L’agevolazione sui pagamenti delle cartelle di Equitalia

L'AGEVOLAZIONE SUI PAGAMENTI

L’AGEVOLAZIONE SUI PAGAMENTI A EQUITALIA

L’agevolazione sui pagamenti nei confronti di Equitalia è un argomento di particolare rilevanza per il 2017, vi sarà infatti la possibilità per i contribuenti di estingure il proprio debito nei confronti di Equitalia evitando di pagare le sanzioni e gli interessi di mora previsti per lo stesso.

L’agevolazione sui pagamenti comprende le somme che sono state iscritte nei ruoli tra gli anni 2000 e 2016, per quanto riguarda le imposte:

  • IRPEF, IRES, IRAP, IVA;
  • i contributi previdenziali;
  • i contributi INAIL;
  • i ruoli in contenzioso;
  • IMU e TAS,

per le quali Equitalia è stata scelta per effettuare la riscossione.

Nello specifico questa agevolazione prende in considerazione:

  • cartelle di pagamento;
  • avvisi di accertamento esecutivo dell’Agenzia delle Entrate;
  • avvisi di addebito dell’INPS;
  • inoltre l’agevolazione può riguardare solo alcune delle sanzioni iscritte ai ruoli.

CONDIZIONI E INDICAZIONI PER USUFRUIRE DELLA DEFINIZIONE AGEVOLATA

Per poter usufruire della agevolazione il contribuente dovrà presentare entro il 23 gennaio 2017  la Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata (DA1) disponibile sul sito gruppoequitalia. Qui il contribuente dovrà riportare:

  • l’avviso di accertamento esecutivo o la cartella per le quali è richiesta la definizione agevolata;
  • il carico per il quale si intende procedere;
  • il numero di rate scelto per effettuare il pagamento dell’importo dovuto (massimo 4).

Tale Dichiarazione deve essere presentata o allo sportello dell’Agente di riscossione o tramite mail/PEC; in quest’ultimo caso è necessario allegare la copia della carta d’identità.
L’eventuale delega può essere effettuata, compilando l’apposito prospetto “Delega alla presentazione” contenuto nel modello.

LA COMUNICAZIONE DELL’ENTE DI RISCOSSIONE

L’Agente predisposto alla riscossione dovrà comunicare entro il 24/4/2017:

  • l’importo complessivo delle sanzioni dovute in seguito all’agevolazione;
  • l’importo delle singole rate;
  • il giorno ed il mese di scadenza di ciascuna rata.

In seguito l’agente di riscossione sarà tenuto ad inviare anche i bollettini di pagamento.

Nel caso in cui vi sia l’intenzione di effettuare la rateizzazione, l’importo delle singole rate sarà:

  • 1° e 2° rata di importo pari ad 1/3 delle somme dovute;
  • 3° e 4° rata Ciascuna di importo pari ad 1/6 delle somme dovute.

Sulle rate saranno poi applicati degli interessi del 4,5 % annuo. Si ricorda inoltre che le prime tre rate dovranno essere versate entro il 15/12/2017, mentre la quarta rata dovrà essere versata entro il 15/03/2018.

Il contribuente potrà effettuare il pagamento delle somme dovute tramite:

  • domiciliazione sul c/c bancario; in questo caso il soggetto interessato dovrà barrare l’apposita casella nel modello di adesione alla definizione agevolata;
  • bollettino precompilato, inviata al contribuente entro il 24/4/2017, dall’Agente della riscossione;
  • presso gli sportelli dell’Agente della riscossione.

VUOI FISSARE UN APPUNTAMENTO PER RICEVERE ASSISTENZA FISCALE?

LASCIACI I TUOI DATI E TI RICHIAMEREMO AL PIU’ PRESTO!

 

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.