La Tassazione della Pensione in Portogallo: vediamola!

Tassazione della Pensione in Portogallo

La Tassazione della Pensione in Portogallo: quali sono i benefici riconosciuti ai pensionati? Cos’è il programma NHR?

Tassazione della Pensione in Portogallo: Sempre più lavoratori italiani decido di trasferirsi in Portogallo, sia per questione lavorative sia economiche. Andremo a scoprire la Tassazione riservata alle pensioni.

In questo articolo analizzeremo:

  • La Tassazione delle persone fisiche
  • L’imposta sul valore aggiunto
  • Il programma NHR
  • La Tassazione della Pensione in Portogallo

 

La Tassazione della Pensione in Portogallo: la tassazione delle persone fisiche

Innanzitutto bisogna specificare che un contribuente, persona fisica, viene considerato residente se permane, In Portogallo, per almeno 183 giorni nell’arco di un anno solare.

La Tassazione da applicare al reddito complessivo, prodotto in Portogallo, viene calcolato in base alla fascia di competenza e tenendo conto delle detrazioni previste dalla legge. Le aliquote progressive prevedono un primo scaglione del 14,5% che si applica su un reddito fino a 7.479,00€, mentre l’ultima aliquota del 48% si applica sui redditi eccedenti i 78.834€.

Ci sono però delle differenti aliquote per alcuni redditi:

  • i soggetti non residenti devono versare un’imposta forfettaria pari al 25%, sul solo reddito prodotto in Portogallo;
  • il reddito che deriva da investimenti e il reddito immobiliare, sono soggetti ad un’aliquota del 28%;
  • i contribuenti che possiedono un reddito imponibile superiore a 80.000 €, devono versare un’aliquota aggiuntiva di solidarietà, che varia dal 2,5% al 5%.

 

La Tassazione della Pensione in Portogallo: l’imposta sul valore aggiunto

L’imposta sul valore aggiunto deve essere versata da tutte le persone fisiche e giuridiche che esercitano un’attività commerciale, industriale o professionale in maniera autonoma, professionale e continuativa sul territorio portoghese.

Le aliquote Iva sono pari al:

  • 6%, per i generi alimentari considerati di prima necessità, fornitura di acqua, farmaci e prodotti medicali, case di nuova costruzione, prodotti editoriali e servizio di trasporto pubblico.
  • 13% per le prestazioni di servizio nel settore della ristorazione, eventi culturali, agricoltura e diesel;
  • 23% in tuti gli altri casi.

ATTENZIONE: L’aliquota standard del 23% si abbassa la 16% nelle isole Azzorre e a Madeira.

 

La Tassazione della Pensione in Portogallo: il programma NHR

Il programma NHR è un regime fiscale speciale avente una durata di 10 anni, che garantisce un vantaggio impositivo in fase di determinazione dell’imposta da applicare sul reddito personale. Vediamo nel particolare questi vantaggi:

  • di percepire, per 10 anni, le cd. passive income di fonte estera senza subire alcuna tassazione;
  • per lavoratori autonomi, impiegati in settori ad elevata tecnologia, di percepire redditi da lavoro in Portogallo con esenzione da tassazione per 10 anni;
  • per i lavoratori dipendenti di beneficiare di
    • una completa detassazione sui redditi provenienti dall’estero o
    • una tassazione ridotta del 20% in caso di redditi di fonte portoghese, al netto di una deduzione fissa di 4.104 euro;
  • per i Pensionati di ottenere una tassazione al 10% sui redditi derivanti da pensione di fonte estera. Anche in questo caso vige la franchigia di 4.104€.

Per poter usufruire del programma NHR è richiesta l’iscrizione all’A.I.R.E. (Anagrafe della popolazione Italiana Residente all’Estero), da effettuarsi entro 90 giorni dall’ottenimento della residenza certificata da un ente portoghese.

 

La tassazione della pensione in Portogallo:

In seguito all’applicazione del Programma NHR, la pensione estera sarà tassata al 10%, per una durata massima di 10 anni, a condizione che:

  • sia prodotta e tassata nel paese di origine,
  • la pensione non sia stata “ottenuta” o erogata dal Portogallo.

I documenti necessari

  • codice fiscale portoghese o NIF (Número de Identificação Fiscal), da richiedere presso gli uffici governativi competenti, con documento di identità o passaporto in corso di validità;
  • conto corrente portoghese;
  • contratto di affitto;
  • certificato di residenza.

Il codice fiscale portoghese è il primo documento da richiedere dato che, senza di esso, il pensionato è impossibilitato ad aprire un conto corrente e a stipulare un contratto d’affitto o richiedere un certificato di residenza. Successivamente sarà possibile usufruire delle agevolazioni fiscali previste dall’ordinamento tributario lusitano.

Per agevolare del programma NHR bisogna soddisfare due determinati requisiti:

  1. non essere stato fiscalmente residente in Portogallo nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda,
  2. aver soggiornato nel territorio portoghese per oltre 183 giorni consecutivo o discontinui nell’anno, oppure aver soggiornato nel territorio portoghese per meno di 183 giorni ma con l’acquisto di un immobile entro il 31 dicembre – dichiarando di stabilirvi la residenza abituale.

Se hai bisogno di una consulenza fiscale per approfondire l’argomento CLICCA QUI!

Se vuoi approfondire il tema “La Tassazione della Pensione in Portogallo” guarda questo video.

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.