Investimenti immobiliari Canarie: scopriamo insieme!

Investimenti immobiliari Canarie

Investimenti immobiliari Canarie: quali sono i vantaggi? qual è la tassazione?

Investimenti immobiliari Canarie: investire nelle Isole Canarie non è solo una scelta per chi cerca un rifugio soleggiato. Situate all’incrocio tra Europa, Africa e America, le Canarie offrono un accesso unico a diversi mercati. Questa posizione le rende ideali per investimenti commerciali e logistici.

La fiscalità alle Canarie è tra le più competitive in Europa, grazie a un regime speciale che include agevolazioni fiscali uniche. Questo aspetto è particolarmente attraente per gli investitori italiani e internazionali, che vedono nelle Canarie non solo un paradiso naturale ma anche un terreno fertile per investimenti redditizi. In particolar modo, gli investimenti immobiliari alle Canarie possono offrire rendite interessanti, soprattutto nel settore turistico. Le proprietà possono essere messe a reddito attraverso affitti a breve termine a turisti o affitti a lungo termine a residenti. La domanda costante e il flusso turistico rendono gli affitti una scelta popolare per gli investitori.

In questo articolo andremo a scoprire:

  • Tassazione Immobili Canarie
  • Impuesto sobre Transmisione Patrimoniales 
  • Impuesto sobre Bienese Inmuebles
  • Vantaggi fiscali Canarie

Tassazione immobiliare alle Canarie

Le Canarie, con il loro clima subtropicale, offrono un ambiente piacevole tutto l’anno. Questo le rende una destinazione popolare per turisti e residenti, aumentando la domanda di immobili sia per l’affitto che per l’acquisto. La loro posizione, vicino all’Europa, all’Africa e all’America, le rende anche un punto di interesse per gli investitori internazionali.

Il mercato immobiliare delle Canarie è diversificato, con opzioni che vanno da appartamenti e case vacanza a proprietà di lusso e investimenti commerciali. Le isole più popolari, come Tenerife e Gran Canaria, offrono una vasta gamma di proprietà, con prezzi che variano in base alla posizione e alle caratteristiche dell’immobile.

Il regime fiscale delle Canarie è uno dei più competitivi in Europa. Gli investitori immobiliari possono beneficiare di tassi di imposta relativamente bassi, come l’Impuesto sobre Transmisiones Patrimoniales (ITP) e l’Impuesto sobre Bienes Inmuebles (IBI), che sono generalmente inferiori rispetto al resto della Spagna. Questo rende l’acquisto di proprietà alle Canarie particolarmente attraente.

Impuesto sobre Transmisiones Patrimoniales (ITP)

L’ITP è una tassa che si applica alle transazioni di beni immobili quando non sono soggette all’IVA, ovvero quando si acquista una proprietà da un privato e non direttamente da un costruttore o promotore.

L’aliquota dell’ITP varia a seconda della regione autonoma in Spagna. Nelle Isole Canarie, l’aliquota standard è del 6,5%, ma può variare in base a circostanze specifiche o a politiche regionali.

Esempi di Calcolo: Se acquisti una proprietà per 200.000 euro nelle Canarie, l’ITP da pagare sarebbe 200.000 euro x 6,5% = 13.000 euro. Questo importo va aggiunto ai costi totali dell’acquisto della proprietà.

Pagamento: L’ITP deve essere pagato dall’acquirente della proprietà e di solito deve essere versato entro un periodo specifico dopo la formalizzazione dell’acquisto.

Dopo l’acquisto di una proprietà, l’acquirente ha un periodo limitato di tempo (di solito entro 30 giorni) per dichiarare la transazione e pagare l’ITP. Questo processo di solito richiede la compilazione di un modulo specifico e il pagamento può essere effettuato presso una banca o un ufficio fiscale.

Impuesto sobre Bienes Inmuebles (IBI)

L’IBI è una tassa annuale che si applica a tutti i tipi di immobili, inclusi residenziali, commerciali e terreni, simile alla tassa sulla proprietà in altri paesi. La base imponibile dell’IBI è il valore catastale dell’immobile, che è una valutazione amministrativa determinata dall’autorità fiscale. Questo valore può differire dal valore di mercato dell’immobile.

La percentuale applicata per calcolare l’IBI varia a seconda del comune in cui si trova la proprietà. Ogni comune stabilisce la sua aliquota, che è applicata al valore catastale dell’immobile.

Esempi di Calcolo: Se il valore catastale di una proprietà è di 100.000 euro e l’aliquota IBI del comune è dell’1%, l’IBI annuale da pagare sarebbe 100.000 euro x 1% = 1.000 euro.

Pagamento: L’IBI viene pagato annualmente. Il periodo esatto per il pagamento può variare da un comune all’altro, ma di solito c’è una finestra di alcuni mesi ogni anno in cui il pagamento deve essere effettuato. La responsabilità del pagamento dell’IBI ricade sul proprietario dell’immobile alla data del 1° gennaio dell’anno fiscale. Questo significa che se acquisti una proprietà dopo questa data, il venditore potrebbe essere responsabile per l’IBI di quell’anno.

Gli investimenti immobiliari alle Canarie possono offrire rendite interessanti, soprattutto nel settore turistico. Le proprietà possono essere messe a reddito attraverso affitti a breve termine a turisti o affitti a lungo termine a residenti. La domanda costante e il flusso turistico rendono gli affitti una scelta popolare per gli investitori.

Vantaggi fiscali Canarie

Le Canarie offrono un regime fiscale speciale per le imprese, noto come Zona Especial Canaria (ZEC), che può includere una tassazione ridotta sulle società per le attività che soddisfano determinati criteri. Questo può essere vantaggioso per gli investitori che gestiscono attività immobiliari attraverso una società.

Gli investitori non residenti possono beneficiare di trattamenti fiscali favorevoli sugli investimenti immobiliari, inclusa la possibilità di ottenere vantaggi fiscali nel loro paese di origine a seconda degli accordi fiscali bilaterali esistenti.

Nel dettaglio, per operare alle Canarie è essenziale conoscere le diverse forme giuridiche e strutture aziendali che regolano il tessuto imprenditoriale. Le due principali forme giuridiche sono la Società a Responsabilità Limitata (SL) e la Società Anonima (SA), entrambe con vantaggi specifici a seconda della dimensione e degli obiettivi aziendali.

La SL, con un capitale iniziale di soli 3.000 euro, è la scelta prediletta dalle piccole e medie imprese e offre la protezione dai debiti aziendali, limitando la responsabilità dei soci all’importo investito. La flessibilità è un altro punto di forza: non vi sono limiti al numero di soci e la gestione può essere affidata a un unico amministratore o a un consiglio di amministrazione.

Invece, la SA si rivolge a realtà più ampie, con un capitale sociale iniziale di 60.000 euro e la necessità di versarne un quarto alla fondazione. Anche qui, i soci sono tutelati dalla responsabilità limitata all’investimento effettuato e la gestione è affidata a un consiglio di amministrazione.

Lavorare come Autonomo

Per chi predilige la flessibilità, lavorare come autonomo è un’altra strada percorribile. Questa figura non richiede un capitale iniziale e si adatta perfettamente a freelance e professionisti, pur con la consapevolezza di una responsabilità personale sui debiti contratti.

Tassazione delle Imprese

La tassazione delle imprese alle Canarie è un elemento distintivo che le rende particolarmente attraenti per gli investitori. Alle Canarie esiste la Zona Speciale Canaria (ZEC). Si tratta di un’area a fiscalità ridotta creata per promuovere lo sviluppo economico e sociale delle isole e diversificare la loro struttura economica. Le imprese che si stabiliscono nella ZEC e rispettano certi criteri, come la creazione di posti di lavoro e l’attuazione di attività ammissibili, possono beneficiare di una tassazione sulle società estremamente ridotta al 4%, molto al di sotto della media nazionale e di quella europea.

Se vuoi approfondire il tema e prenotare una consulenza, CLICCA QUI!
Se vuoi approfondire il tema “Investimenti immobiliari Canarie” guarda questo video.
  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.