Società di Persone e Versamento IRAP

società di persone e regime sanzionatorio

DICHIARAZIONE E VERSAMENTO IRAP

In riferimento alle società di persone, il Decreto “Semplificazioni” ha modificato le modalità di presentazione e il termine del versamento IRAP per quanto riguarda le operazioni straordinarie; nello specifico, in caso di trasformazione di una società non soggetta a IRES in una soggetta a tale imposta, la dichiarazione va presentata entro l’ultimo giorno del nono mese successivo a tale data.
In questa situazione si delineano due frazioni di esercizio (ante e post trasformazione) che costituiranno periodi autonomi di imposta: la dichiarazione relativa al periodo ante trasformazione va presentata entro la fine del nono mese dalla data di effetto della trasformazione; la frazione di esercizio compresa tra tale data e la fine dell’esercizio stesso va presentata nei termini ordinari previsti.
Altra situazione da prendere in considerazione è la liquidazione, in questo caso è prevista la presentazione della dichiarazione del periodo compreso tra la data di inizio del periodo di imposta e la data in cui si verificano gli effetti dello scioglimento entro l’ultimo giorno del nono mese successivo a tale data. Per quanto riguarda le relative dichiarazioni delle frazioni di esercizio presenti risultano vale le considerazioni effettuate precedentemente in materia di trasformazione della società.

MODELLO

L’obbligo di presentare la dichiarazione con riferimento ad un periodo infrannuale si verifica solo ai fini delle imposte e dell’IRAP; in relazione ai modelli da utilizzare in presenza di un periodo di imposta che non coincida con l’anno solare sono state estese alle società di persone le regole previste per le società di capitali.
Per effetto del Decreto Legislativo 175/2014, come accennato in precedenza, alle società di persone sono applicabili le medesime regole previste per le società di capitali e, di conseguenza, le stesse sono tenute ad utilizzare il modello approvato per l’anno precedente.
Nello specifico per una società di persone soggetta, nel corso del periodo di imposta, a una trasformazione o una liquidazione, sarà necessario l’utilizzo del “vecchio”modello UNICO SP e del “vecchio” modello IRAP, in riferimento alla frazione che precede l’operazione straordinaria.
Per quanto riguarda l’utilizzo del “nuovo” modello piuttosto che del “vecchio” è necessario considerare la data relativa all’operazione straordinaria stessa. Le novità presenti nel Decreto preso in considerazione producono effetti dal 13.12.2014.

TERMINI VERSAMENTO SALDO IRAP

Prendendo in considerazione il termine di versamento del saldo IRAP per le società di persone interessate da operazioni straordinarie, è previsto uno specifico termine differente da quello relativo alle società di capitale. In riferimento alle vecchie regole (ante D.Lsg. ) anche in caso di operazioni straordinarie il versamento del saldo IRAP va effettuato entro il 16.6 dell’anno di presentazione della dichiarazione; mentre per quanto riguarda la nuova regolamentazione, è previsto uno specifico termine di versamento per le società di persone.
Tale versamento deve essere effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello di scadenza del termine di presentazione della dichiarazione.
La proroga stabilita nel mese di giugno per i versamenti relativi al modello UNICO 2015 riguarda anche le società di persone, soggette agli studi di settore, interessate da operazioni straordinarie avvenute prima del 13.12.2014.


  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.