Il bonus ricerca e sviluppo: costi al lordo dei contributi e agevolazioni

il bonus ricerca e sviluppo

IL BONUS RICERCA E SVILUPPO

Il bonus ricerca e sviluppo è preso in considerazione nell’Art. 3 del DL 145/2013; dove si analizza la possibilità per quelle imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo,  nei periodi d’imposta tra il 2015 e il 2019, di beneficiare di un agevolazione sotto forma di credito d’imposta.

CONDIZIONI E PERCENTUALI

Per usufruire di tale beneficio è necessario rispettare determinate c0ndizioni:

  • le spese di ricerca e sviluppo siano almeno di 30.000 €;
  • venga effettuato un incremento delle spese in R&S rispetto al triennio precedente.

Tale credito può essere riconosciuto fino ad un importo di 5 milioni di euro.

Il credito d’imposta spetta in percentuale alla spesa eccedente la spesa media annuale dei tre periodi d’imposta precedenti a quello di competenza (se di recente costituzione si considerano i periodi precedenti fino alla costituzione):

  • al 25% per  strumenti ed attrezzature di laboratorio e per le competenze tecniche industriali;
  • al 50% per le spese sostenute per personale altamente qualificato, ossia i costi per il personale dipendente dell’impresa (escluso quel personale che ha un ruolo amministrativo, contabile e commerciale) e per il personale che ha un rapporto di collaborazione;oltre che per le spese sostenute per la stipula di contratti di ricerca con l’Università, Enti e organismi di ricerca.

CUMULABILITA’ CON ALTRE AGEVOLAZIONI

Riguardo alla cumulabilità di questa agevolazione, il bonus ricerca e sviluppo può essere aggregato al credito d’imposta per le nuove assunzioni di profili altamente qualificati, purchè nel settore della ricerca. In particolare il beneficio spettante dal bonus ricerca e sviluppo è fruibile anche con altre agevolazioni (es. cumulabilità con il credito d’imposta derivante dal Patent box), sempre che quest’ultime non abbiano indicazioni differenti.

Per essere soggette alla cumulabilità tra il credito d’imposta derivante dal bonus di ricerca e sviluppo e altre agevolazioni è necessario rispettare determinate condizioni:

  • i costi soggetti all’agevolazione devono essere considerati al lordo di altri contributi e ad agevolazioni ricevute;
  • l’importo che risulta dalla somma delle agevolazioni non può essere superiore ai costi sostenuti.

Infine per determinare l’importo della agevolazione, nel caso in cui si abbia usufruito di altri benefici, è necessario sommare gli investimenti effettuati in categorie per poi considerare costo di competenza del periodo come costo al lordo del contributo che si è ricevuto per lo stesso costo.

Si ricorda inoltre che tale agevolazione non è rilevante ai fini del calcolo degli aiuti ai minimi e dei massimali per gli aiuti di Stato a favore della ricerca e dello sviluppo.

VUOI FISSARE UN APPUNTAMENTO PER RICEVERE ASSISTENZA FISCALE?

LASCIACI I TUOI DATI E TI RICHIAMEREMO AL PIU’ PRESTO!

 


  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.