Aprire una palestra a Ibiza: tutto quello che devi sapere

Aprire una palestra a Ibiza è un’occasione da non perdere. L’isola fa parte delle Baleari, un’arcipelago spagnolo situato nel mar mediterraneo. È conosciuta principalmente per la frenetica vita notturna nel periodo estivo e per gli esclusivi locali che la popolano. Sono presenti località molto più riservate dov’è possibile praticare ritiri yoga, visitare spiagge e bellezze naturali del posto. Il turismo è sicuramente la fonte principale di Ibiza che ogni anno fa segnare record su record per quanto concerne l’afflusso di visitatori.

È stato calcolato che circa 5 milioni di persone scelgono Ibiza per le proprie vacanze. Nel periodo invernale, invece, l’isola torna ad essere abitata solamente dalla gente del luogo che per sostentarsi pratica per lo più le attività legate all’agricoltura e alla pesca. Bisogna quindi tener conto anche di questo aspetto in fase preliminare.

APRIRE UNA PALESTRA A IBIZA: QUALE PRASSI SEGUIRE?

Aprire una palestra a IbizaPer avviare un’attività ad Ibiza è necessario seguire una prassi specifica. Innanzitutto è necessario ottenre il Nie, ovvero il numero di identificazione per gli stranieri, indispensabile per poter fare qualsiasi passo in campo imprenditoriale. Tale numero può essere richiesto presso un commissariato di polizia oppure al consolato spagnolo in Italia. La scelta della forma giuridica è importante anche in relazione alla spessa da sostenere per avviare l’impresa: la forma individuale è la meno costosa, mentre la società prevede un versamento di almeno 3 mila euro come capitale sociale.

Successivamente si dovrà effettuare l’iscrizione presso il sistema di previdenza sociale. La quota da versare come contributo mensile si aggira attorno ai 300 euro mensili. Lo stato concede il pagamento di una somma mensile di 50 euro solo se il soggetto richiedente presenta delle caratteristiche specifiche (età inferiore ai 35 anni per le donne, e 30 per gli uomini). Dovrà essere presentata una dichiarazione contenente informazioni sul locale e il tipo di attività che si intende svolgere e la si dovrà spedire all’Agenzia delle entrate.

In caso di attività con fini commerciali dovrà essere acquistata una licenza specifica mentre per ulteriori autorizzazioni locali si consiglia di contattare il comune di competenza. L’ammontare in denaro utile all’avvio di un’attività a Ibiza si aggira intorno ai 15 mila euro. Un’imprenditore individuale andrà a pagare il 19% di IRPEF ma avrà la possibilità di ridurla per tre anni al 9% sfruttando le agevolazioni riservate ai nuovi imprenditori. Le società invece hanno una tassazione del 28%, ma per quelle di recente costituzione è prevista una riduzione fino al 15%.

APRIRE UNA PALESTRA A IBIZA: CONVIENE FARLO?

Come osservato nei paragrafi precedenti, Ibiza è la meta preferita di milioni di turisti; specialmente giovani da ogni parte del mondo. La cura dell’estetica colpisce un numero sempre maggiore di persone che neanche durante le vacanze abbandona questo aspetto. Aprire una palestra a Ibiza vuol dire avere una potenziale opportunità di riuscire a fare impresa offrendo a turisti e gente del luogo un servizio che faccia al caso loro. Sicuramente per aumentare le possibilità di successo sarà necessario adibire gli ambienti in maniera innovativa e coinvolgente.

Il transito massivo di gente è quello che un imprenditore va cercando e a Ibiza è possibile trovarlo. La ricerca del luogo perfetto deve avvenire con largo anticipo rispetto alla fase pratica di avvio, pertanto è necessario visitare più volte il paese o la città di interesse per comprendere a pieno le reali possibilità che il posto offre.

APRIRE UNA PALESTRA A IBIZA: CONCLUSIONI

Il successo di un’impresa nasce dalle scelte razionate e ponderate dell’imprendiotre. Nessuna attività è mai riuscita a sopravvivere alle azioni scriteriate e superficiali dei propri fondatori. Il primo passo da seguire è sicuramente quello di stilare un business plan accurato e preciso. Avere un quadro della situazione aiuta a prendere delle scelte rispetto ad altre. Bisogna tener conto anche del probabile mancato guadagno dei primi mesi di attività: le spese sostenute dovranno essere affrontate, pertanto i primi guadagni saranno destinati al saldo dei debiti.

Una campagna pubblicitaria idonea e interessante stuzzicherà la curiosità delle persone e le spingerà a entrare in palestra. I social network in questo senso aiutano molto visto che su di essi sono presenti strumenti di marketing volti a diffondere il nome dell’azienda. Aprire una palestra a Ibiza è sicuramente un’idea eccitante e avventuristica. Le potenzialità per svoltare ci sono tutte ma bisogna pur sempre avere fiuto per gli affari e capire el esigenze della gente.