Aprire una location per matrimoni: tutto quello che devi sapere

Aprire una location per matrimoni

Intraprendere un’attività in proprio è una cosa seria e mai troppo semplice, aprire una location per matrimoni è un’iniziativa commerciale ancora più ambiziosa. Un’idea imprenditoriale da sviluppare attraverso un progetto lungimirante e duraturo nel tempo che sappia rispondere a principi di mercati corretti e vincenti.

In commercio spesso si cade nella trappola di credere in facili successi, invece la strada per un business soddisfacente è piena di ostacoli, lunga e tortuosa. Ottimizzare la progettualità vuol dire segnare un primo passo per un buon risultato dell’attività commerciale, a cui devono seguire tanti altri passaggi fondamentali e ai quali prestare sempre la massima attenzione.

Occorre molto coraggio, senso di responsabilità, pazienza e una grande tenacia per non fermarsi di fronte alle prime difficoltà e continuare a credere sempre nel progetto. Inutile nasconderlo, lungo il percorso imprenditoriale le problematiche non mancheranno di certo, la cosa importante è saperle superare egregiamente.

Di seguito vediamo adesso come fare per aprire una location per matrimoni: progettualità, risorse finanziarie e documentazione burocratica, ecco quello che c’è da sapere.

APRIRE UNA LOCATION PER MATRIMONI: ATTENTI A UNA BUONA PROGETTUALITÀ

Come accennato agli inizi, per aprire una location per matrimoni e confidare in buon giro di affari uno dei primi passi da fare è stilare un buon progetto commerciale. Bisogna concentrarsi su un studio di fattibilità per comprendere esattamente le chance di riuscita e le possibilità di guadagno, serve cioè un progetto completo di ogni punto per definire le voci di spesa, conoscere il capitale da investire, individuare la location e il luogo, e stabilire quali i lavori di ristrutturazione effettuare.

Oggi gli strumenti moderni facilitano il compito, perché con le tecniche innovative visionare un territorio e reperire informazioni è molto più semplice e veloce di un tempo. Questo non vuol dire affatto stilare il progetto in maniera autonoma, sicuramente più opportuno delegare il compito dell’indagine di mercato a un professionista della materia, una persona capace di indirizzarvi al meglio grazie al bagaglio di esperienza accumulato nel campo.

Meglio cioè poter contare sulla collaborazione di un esperto per individuare prima il luogo che, trattandosi di una location per matrimoni, deve essere di grande richiamo. Attività simili richiedono un contesto circostante dal fascino particolare, in questa logica si fanno preferire posti in prossimità del mare, dei laghi oppure di monumenti storici di grande interesse turistico. Luoghi paesaggisticamente attraenti dove fare delle foto indimenticabili e festeggiare alla grande uno dei giorni più belli ed emozionanti della vita.

Una volta individuato il luogo è il momento di concentrare le forze sulla location. La scelta degli ambienti è difficoltosa perché l’attività richiede degli spazi enormi. Stiamo parlando infatti di aprire una location per matrimoni e non di avviare un’attività commerciale che richiede piccoli spazi. Per dare vita a una simile attività imprenditoriale occorrono bellissimi a attrezzati ambienti interni e splendidi giardini, questi ultimi da sfruttare soprattutto per matrimoni primaverili ed estivi.

Una location con sale per il ricevimento, cucine, servizi igienici, spazi esterni e parcheggio per soddisfare tutte le esigenze degli sposi e degli invitati. Con un progetto completo di ogni punto è più semplice raggiungere gli obiettivi, dopo un accurato studio di fattibilità tutto diventerà meno complicato e il sogno imprenditoriale sarà più vicino.

APRIRE UNA LOCATION PER MATRIMONI: RICERCA DELLE RISORSE FINANZIARIE DA INVESTIRE

Per aprire una location per matrimoni non è difficile comprendere che uno degli ostacoli principali sia il capitale da investire. Questa attività commerciale richiede un grosso impegno finanziario, per realizzare il progetto la cifra da preventivare dovrà essere molto alta. Una somma di denaro non sempre alla portata dei nuovi imprenditori, un problema da superare con la strategia giusta e senza farvi prendere dallo sconforto.

In questi casi, vista l’entità della cifra da investire, è da prendere in considerazione l’idea di intraprendere la nuova avventura insieme a uno o più soci. Persone comunque di fiducia, non è mai facile condividere e gestire un’attività con le stesse idee e gli stessi obiettivi, disposte a impegnare parte del capitale occorrente.

Questa è solo una delle strade percorribili per reperire le risorse finanziarie, in alternativa resta sempre in piedi l’ipotesi di ricorrere a un prestito bancario. Oggi le possibilità di ottenere un finanziamento a tassi di interesse sostenibili esistono, anche se all’istituto di credito bisogna presentare le dovute garanzie.

Senza garanzie oppure, in caso siate stati segnalati come cattivi pagatori, è impossibile stipulare con qualunque banca un contratto di prestito. Al contrario, con le garanzie previste che tranquillizzano gli istituti di finanziamento rispetto al rischio di insolvenza, l’ottenimento del prestito è un’operazione molto più fattibile.

Appurate le condizioni di fattibilità, prima di formalizzare il finanziamento è bene indagare sulle proposte offerte dal mercato. Un compito semplificato e velocizzato dall’utilizzo del web e dei comparatori online, strumenti facili da usare e capaci di confrontare in pochi minuti i diversi preventivi.

In questo modo avrete un attendibile quadro della situazione per fare una scelta del prestito più conveniente e rispondente alle vostre necessità. Il tutto senza dover sopportare le lunghe file agli sportelli fisici, quindi senza ulteriori perdite di tempo.

APRIRE UNA LOCATION PER MATRIMONI: DOCUMENTAZIONE BUROCRATICA E COMMERCIALISTA

La trafila burocratica da fare per aprire una location per matrimoni è abbastanza complessa e molto lunga. In primo luogo, una volta individuata la location, bisogna metterla a norma con mirati lavori di ristrutturazione. Questo perché la struttura deve rispettare la normativa vigente in termini di agibilità, sicurezza e igiene. La messa a norma dei locali va certificata dalle autorità preposte, attestati di idoneità rilasciati solo a seguito di verifiche approfondite sullo stato degli ambienti.

Tra i nulla osta da acquisire anche quello dell’ASL, ente preposto a controllare la sussistenza dei requisiti igienici per la trattazione di cibi e bevande. Condizioni igienico-sanitarie da mantenere nel tempo, in quanto i controlli saranno frequenti e severi. Inoltre, il personale destinato alla trattazione dei cibi e delle bevande deve aver seguito il corso HACCP.

Regolarizzata la posizione del locale, per aprire una location per matrimoni la trafila burocratica deve proseguire con altri adempimenti. Obblighi di legge riconducibili a una serie di passaggi di seguito elencati:

  • apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate;
  • iscrizione alla Camera di Commercio locale;
  • iscrizione all’INPS, propedeutica al versamento dei contributi previdenziali;
  • iscrizione all’INAIL, per la tutela contro gli infortuni sul lavoro:
  • richiesta per l’esposizione dell’insegna;
  • pagamento dei diritti SIAE per la diffusione della musica nella location;
  • presentazione della SCIA al comune di competenza (Segnalazione Certificata Inizio Attività).

Vista la lunga serie di adempimenti obbligatori non è per niente difficile immaginare la necessità di ricorrere a un commercialista per sbrigare i documenti utili da presentare all’Agenzia delle Entrate, all’INPS, all’INAIL e alla Camera di Commercio. Trattasi di un professionista qualificato pronto a ultimare l’iter documentale correttamente e nel pieno rispetto dei tempi. Per delegare i compiti burocratici a un bravo professionista è sufficiente interpellare l’Ordine dei Dottori Commercialisti e il gioco è fatto.

Alla luce della complessità della burocrazia italiana e della facilità con cui richiedere una consulenza professionale sarebbe pura follia credere di poter agire in totale indipendenza. Per ultimare l’iter burocratico senza intoppi bisogna avere alle spalle le giuste competenze e una grande esperienza.

Tra l’altro, con tutti lavori da seguire per aprire una location per matrimoni accollarsi anche l’onere della documentazione burocratica non sembra il caso. Molto meglio vivere tranquilli da questo punto di vista e lasciare il compito a un professionista qualificato. Un grande in bocca al lupo per l’apertura della vostra location per matrimoni!


  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.