Aprire una legatoria: tutto quello che devi sapere

Rispolverare vecchi mestieri per provare il lancio di un’attività commerciale in proprio non è una cattiva idea, l’importante è riuscire a ottimizzare i servizi con le tecniche innovative. Aprire una legatoria non è propria la massima aspirazione dei nuovi giovani imprenditori, ma rappresenta un’opportunità di lavoro da valutare con estremo interesse. 

Questo perché rilegare i libri con le tecniche moderne potrebbe risultare un lavoro redditizio, sempre a condizione di investire nel progetto denaro, capacità professionali e passione.

Un mestiere antico da portare avanti con grande dedizione, un lavoro nato dalla necessità di tenere insieme interi volumi attraverso stili e tecniche originali. Oggi il campo della legatoria si è evoluto e per restare al passo con i tempi sfruttare la tecnologia moderna è indispensabile e conveniente. 

Ma vediamo di seguito come fare per aprire una legatoria e puntare al successo commerciale: diversificazione dei servizi, possibili finanziamenti, documentazione burocratica e campagna pubblicitaria, ecco quello che c’è da sapere per intraprendere nel modo migliore questo genere di attività commerciale.

APRIRE UNA LEGATORIA: SERVIZI DA OFFRIRE

Aprire una legatoriaNonostante trattasi di un lavoro dalle origini antiche, ancora oggi non tutti conoscono esattamente i servizi offerti da questo genere di attività. Con il passare degli anni, per rispondere alla domanda sempre più diversificata dei clienti, i servizi sono stati moltiplicati e oggi una legatoria moderna deve tener assolutamente conto della grande richiesta per arrivare a un business di successo.

I servizi garantiti non devono essere limitati alla rilegatura di volumi, quotidiani, riviste, cataloghi e fascicoli per enciclopedie. Ai giorni nostri i diversi tipi di rilegatura permettono di realizzare agende, album fotografici e diari fino alla personalizzazione di prodotti per omaggi.

Inoltre, una legatoria moderna, per promuoversi deve partecipare spesso con i suoi lavori a rassegne di prodotti di artigianato di eccellenza, un modo efficiente per far conoscere ai clienti le proprie realizzazioni. Senza una diversificazione dei servizi e standard di qualità elevati difficile imporsi sul mercato di settore. Il tutto, chiaramente, abbinato a una politica dei prezzi in linea con il mercato. 

Non conviene a nessuno investire denaro e sforzi e poi rovinare il progetto commerciale con la pratica di prezzi fuori mercato. Anche perché online oggi i clienti fanno presto a comparare le offerte e a rivolgersi alla concorrenza.

APRIRE UNA LEGATORIA: POSSIBILI FINANZIAMENTI AGEVOLATI E PRESTITI BANCARI

Per aprire una legatoria e iniziare a operare bisogna disporre di un locale e di tutti i macchinari utili all’ultimazione di lavori di qualità. Occorrono degli ambienti di lavoro sufficientemente grandi per lavorare in sicurezza e in piena comodità, e delle macchine che rispecchino le necessità e l’evoluzione del mercato che cambia.

Stiamo parlando solo di alcuni costi previsti per dare vita a questa nuova attività commerciale, ma già da queste voci si capisce che c’è bisogno di un impegno economico non indifferente. Spesso i rischi di impresa e la mancanza di fondi uccidono sul nascere alcuni interessanti progetti commerciali, problemi non di poco conto ma risolvibili. Di fronte a un capitale non sufficiente per consentire l’avvio di una legatoria è possibile infatti provare la via di qualche finanziamento agevolato.

Formule di finanziamento riservate generalmente a giovani, disoccupati e all’imprenditoria femminile, e che prevedono condizioni particolarmente favorevoli. Non è facile accedere ai finanziamenti agevolati, ma possibile con tutte le carte in regola e rispettando i requisiti richiesti dai bandi. 

Per conoscere le condizioni di accesso, i termini di presentazione delle istanze, le risorse stanziate, i tassi di interesse, le modalità di rimborso e tutte le informazioni relative ad un eventuale finanziamento dedicato al settore delle legatorie è buona abitudine consultare i siti della Regione di riferimento e di INVITALIA (Agenzia nazionale per lo sviluppo di impresa).

Poter contare su un finanziamento agevolato è la via più vantaggiosa per acquisire le risorse finanziarie utili per aprire una legatoria, in alternativa esiste la possibilità del prestito bancario. Una soluzione meno vantaggiosa per effetto di condizioni naturalmente diverse e meno convenienti, da non scartare però prima di un’accurata indagine di mercato. 

Con un po’ di tempo a disposizione e con attenzione bisogna valutare le tante offerte degli istituti bancari, un modo per risalire al preventivo economicamente più favorevole e in linea con le proprie esigenze.

Passaggi da fare per trasformare un interessante progetto imprenditoriale in un’attività commerciale vincente sotto ogni punto di vista. Tutte lecite le paure soprattutto quando il denaro a disposizione scarseggia, ciò non toglie che con intraprendenza, responsabilità e con le dovute attenzioni le ansie possono essere egregiamente superate e il progetto commerciale portato a termine.

APRIRE UNA LEGATORIA: DOCUMENTAZIONE BUROCRATICA

Una volta messo a norma il locale, ci sono altri passaggi da fare per essere in regola e cominciare ad operare con la propria legatoria. Apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, iscrizione alla Camera di Commercio, regolarizzazione delle posizioni INPS e INAIL, segnalare al Comune l’inizio attività e chiedere l’autorizzazione per poter esporre l’insegna sono tutte pratiche da portare a termine prima di cominciare a lavorare.

Con la Comunicazione Unica di Impresa i tempi di disbrigo sono stati velocizzati, stiamo infatti parlando di un’unica procedura informatica con cui assolvere in maniera sicura e rapida agli obblighi nei confronti di INPS, INAIL, Camera di Commercio e Agenzia delle Entrate. Al di là di tutto, in questi casi la cosa migliore da fare resta sempre quella di delegare i compiti burocratici a un valido professionista.

Vale a dire affidarsi alla sapienza di un bravo commercialista con piena coscienza della materia, in grado di sbrigare le pratiche nei tempi giusti e senza problemi. Per chiedere la consulenza di un professionista è sufficiente rivolgersi all’Ordine dei Dottori Commercialisti più vicino alla vostra residenza. Una maniera per non accollarvi anche il complesso compito di sbrigare la documentazione burocratica, cosa tra l’altro molto difficile senza le necessarie conoscenze in materia.

APRIRE UNA LEGATORIA: CAMPAGNA PUBBLICITARIA

Al pari di una location strategicamente in vista, in questa direzione sono da preferire luoghi nei pressi di scuola e università, condurre una campagna promozionale corretta aiuta ad abbreviare la via del successo e quindi a guadagnare. Pensare di sconfiggere la concorrenza senza attuare le opportune strategie di mercato non è possibile, anzi è del tutto sbagliato in campo commerciale.

La concorrenza attuale impone degli sforzi a 360 gradi, un impegno costante e finanziario per dar vita efficacemente a una nuova attività commerciale. Ecco perché valorizzare la propria legatoria con una buona politica pubblicitaria è indispensabile per farsi conoscere e per informare i clienti sulla qualità dei servizi offerti. A partire da un sito web ben strutturato e dai social network bisogna tener conto di tutti i mezzi promozionali.

Quindi spazio anche ai volantini, alle locandine e alla partecipazione alle manifestazioni dedicate al settore di interesse. Con tutte le possibilità di pubblicizzare il proprio lavoro allora perché tralasciare un aspetto così importante? Cosa da non fare nel modo più assoluto per lanciare adeguatamente la legatoria. 

Una corretta pubblicità di pari passo con le capacità imprenditoriale, con lo spirito di iniziativa, con un sufficiente budget, con i sacrifici richiesti e con una location ideale permette di gettare le basi per un business vincente e ricco di soddisfazioni. In bocca lupo per l’apertura della vostra legatoria!