Aprire una lavanderia industriale: tutto quello che devi sapere

Aprire una Lavanderia industriale

Sono sempre lecite le paure che accompagnano un imprenditore ogni volta che si tratta di dare vita a una nuova iniziativa commerciale, anche se le ansie non devono spaventare a tal punto da abbandonare il progetto commerciale. Oggi mettersi in proprio e avere successo è ancora possibile e, tra le numerose attività commerciali, aprire una lavanderia industriale è un’opportunità interessante da valutare con attenzione.

Una lavanderia industriale non si differenzia molto dalle comuni lavanderie, se non per la mole di lavoro e la grandezza degli ambienti e dei macchinari. Proprio per la natura delle sue caratteristiche i servizi della lavanderia industriale sono generalmente rivolti alle strutture ricettive (hotel, pensioni, alberghi), alle aziende ospedaliere e a tutte le grandi imprese, di conseguenza con una quantità di capi da lavare e stirare sensibilmente maggiore rispetto a quella di una normale lavanderia.

Con queste premesse appare chiaro che a fronte di una mole di lavoro maggiore anche i margini di guadagno sono superiori, a patto di fare le cose con grande senso di responsabilità e con le capacità imprenditoriali richieste dal caso. Vediamo di seguito quali passi servono per aprire una lavanderia industriale: come muovere i passi fin dagli inizi, le voci che gravano sulle spese, i passaggi burocrati e le ultime considerazioni.

APRIRE UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE: COME MUOVERSI

Per aprire una lavanderia industriale e accorciare la via verso il successo bisogna saper muovere i passi nella direzione giusta. Gli alberghi, i ristoranti, gli hotel, le imprese, le aziende, gli ospedali e tutti gli altri potenziali clienti hanno una costante necessità di servizi professionali per le divise, i capi di abbigliamento in genere, le tovaglie, gli asciugamani, etc. La grande richiesta non basta però per garantire un grosso volume di affari, alla base di un business vincente ci sono dei principi da rispettare.

Per prima cosa è opportuno portare avanti un preciso studio di settore per conoscere il mercato di riferimento e i possibili concorrenti. Oggi in campo commerciale bisogna sapersi differenziare dalla concorrenza e andare incontro alle reali esigenze dei clienti per affermarsi sul mercato. Ci sono dunque degli elementi da attenzionare con estrema cura per un buon lancio della nuova attività commerciale e per una gestione corretta della stessa.

Uno di questi elementi è riconducibile all’individuazione di una location in perfetta linea con il nuovo lavoro e di una certa dimensione, tale da ospitare tutte le macchine professionali per poter soddisfare al meglio la richiesta. Trattandosi di una lavanderia industriale chiaramente gli spazi devono essere superiori a quelli di una comune lavanderia, ma riveste un ruolo di estrema importanza la zona da preferire.

In questo caso è particolarmente indicato un luogo nei pressi di aziende, ospedali, ristoranti e strutture ricettive in genere, una zona cioè particolarmente favorevole per lo sviluppo di questo genere di attività. Inoltre sono da preferire dei locali a piano terra, con un ampio parcheggio e sufficientemente grandi per ospitare le attrezzature professionali, gli ambienti per il lavaggio e la stiratura dei capi, i depositi per custodire i capi puliti e sporchi, i servizi igienici e un’area clienti.

Una menzione particolare meritano le attrezzature, che devono essere altamente professionali per garantire buone prestazioni e bassi consumi. In quest’ottica la scelta dei fornitori è fondamentale, anche relativamente all’assistenza tecnica. In campo commerciale sapersi muovere è di primaria importanza e per avere successo bisogna anche portare avanti strategie promozionali e di prezzo adeguate. Per questo con una lavanderia industriale è molto opportuno investire tempo e denaro in una campagna pubblicitaria mirata e applicare dei prezzi in linea con il mercato di settore.

Sparare dei prezzi alti credendo così di arricchirsi velocemente non è una buona scelta commerciale perché il cliente fa presto a trovare un’alternativa più economica. Creare le giuste condizioni per un buon volume di affari vuol dire innanzitutto trovare il giusto rapporto qualità-prezzo.

APRIRE UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE: VOCI DI SPESA

Con una lavanderia industriale bisogna fare i conti con delle voci di spesa abbastanza impegnative. Quantificare con esattezza la somma di denaro da investire è un compito pressoché impossibile perché molto dipende dalle dimensioni dell’attività commerciale, dagli interventi per ristrutturare gli ambienti lavorativi e dalle scelte organizzative e gestionali.

In generale ad incidere di più sul capitale da investire e sulla gestione di una lavanderia industriale sono i costi per l’affitto o l’acquisto della location, le spese per il personale (stipendi mensili e contributi previdenziali ed assistenziali), e per gli impianti e i macchinari.

A queste voci di spesa vanno giunti i costi per l’energia elettrica, il gas e l’acqua, per la campagna pubblicitaria e per le pratiche burocratiche. Quindi stiamo parlando di una cifra importante da investire, il motivo per cui ogni scelta va fatta solo dopo un’attenta analisi del mercato di riferimento. Ad esempio, scegliere i fornitori con cura, potrebbe comportare non solo un notevole risparmio sui costi da affrontare per le attrezzature professionali ma anche condizioni di pagamento favorevoli (rateizzazione).

APRIRE UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE: ADEMPIMENTI BUROCRATICI E CONSULENZA

Impossibile aprire una lavanderia industriale senza osservare dei precisi adempimenti burocratici previsti dalla normativa vigente. Innanzitutto occorre ottenere una serie di autorizzazioni in relazione all’agibilità dei locali, all’idoneità in termini di igiene e sicurezza e alla conformità degli impianti di scarichi fognari.

Inoltre bisogna aprire la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, effettuare l’iscrizione presso la CCIAA locale, aprire le posizioni INPS e INAIL e segnalare al Comune l’inizio dell’attività. Con la Comunicazione Unica di Impresa adempiere agli obblighi di legge nei confronti dell’INPS, INAIL, CCIAA e Agenzia delle Entrate è più facile e veloce, ciò non toglie che senza il supporto di un’adeguata consulenza professionale risulta difficile portare a termine tutto il percorso burocratico.

Da questo punto di vista avvalersi della consulenza di un commercialista è fondamentale per avere la certezza del disbrigo corretto della documentazione e per mettersi al riparo da sgradevoli perdite di tempo. Avviare una nuova attività commerciale è già difficile, doversi preoccupare in prima persona anche delle faccende burocratiche complica notevolmente la vita.

Meglio dunque puntare su un professionista esperto e occupare il proprio prezioso tempo in altri compiti. Anche perché basta poco per assicurarsi la consulenza di un bravo professionista, è sufficiente rivolgersi all’Ordine dei Dottori Commercialisti.

APRIRE UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE: ULTIME CONSIDERAZIONI

Al netto delle naturali difficoltà iniziali, dell’investimento di risorse finanziarie e fisiche e di tutti gli altri sacrifici, aprire una lavanderia industriale è un’opportunità di lavoro molto interessante. Un lavoro in proprio in grado di dare enormi soddisfazioni professionali e garantire ottimi margini di guadagno. Un modo per voltare pagina e migliorare il tenore di vita, tutto a patto di non trascurare nulla.

In campo commerciale la prima cosa da bandire è la leggerezza perché ogni piccolo particolare può fare la differenza e aiutarvi a distinguervi dalla concorrenza. Come abbiamo visto la clientela a cui si rivolge una lavanderia industriale è molto esigente, guai a non assicurare servizi all’altezza delle aspettative o a praticare prezzi poco competitivi.

La professionalità, un’ottima gestione, la qualità dei servizi, una buona campagna promozionale e una politica dei prezzi in linea con il mercato di riferimento accorciano la strada verso un business vincente e allontanano i rischi di un precoce fallimento.

Non tenere conto di queste cose quando ci si appresta a dar vita a una nuova attività imprenditoriale è molto rischioso perché la concorrenza è alta e sempre pronta a sfruttare ogni errore. Ora dopo le ultime considerazioni non resta che farvi un grosso in bocca al lupo per l’apertura della vostra lavanderia industriale!

 


  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.