Aprire una gelateria artigianale: tutto quello che devi sapere

Progettare di intraprendere un lavoro in proprio è un’idea comune a molti giovani spinti dalla voglia di dare una svolta alla propria vita e migliorare così le proprie condizioni economiche. Aprire una gelateria artigianale è una delle tante opportunità offerte dal mercato, poi molto dipende dalle singolari attitudini e dalle capacità professionali di ognuno. 

Il consumo di gelati in Italia, soprattutto in estate, è altissimo e sono numerosi i consumatori pronti a spendere qualche euro in più per rinfrescarsi con un gelato di grande qualità e particolarmente gustoso. 

Naturalmente non parliamo di una nuova attività commerciale, ma di una già molto diffusa su tutto il territorio nazionale e quindi di un settore con una grande concorrenza. Ciò nonostante i margini di guadagno con una gelateria artigianale esistono ancora, bisogna solo puntare ad avviare il nuovo lavoro con la massima serietà, con senso di responsabilità e spirito di iniziativa. 

In buona sostanza i gelati possono rappresentare una buona fonte di guadagno, a condizione di sapersi muovere nella direzione giusta e di conoscere le corrette strategie di mercato. Vediamo allora insieme nei paragrafi seguenti come fare per aprire una gelateria artigianale e puntare a un business di successo: vantaggi di produrre gelati artigianali, luogo e location ideali, formazione e iter burocratico, ecco quello che c’è da sapere.

APRIRE UNA GELATERIA ARTIGIANALE: QUALI VANTAGGI

Aprire una gelateria artigianaleCominciamo con il sottolineare che i gelati artigianali vengono preparati con materie prime fresche e dunque contengono meno grassi e sono decisamente più salutari: prodotti di qualità molto rappresentativi dell’artigianato alimentare italiano. Un buon gelato fatto in maniera artigianale si distingue notevolmente dai prodotti confezionati che troviamo nei supermercati e oggi i consumatori sono sempre più attenti alla genuinità e alla gustosità di un prodotto alimentare. 

Cresce infatti il numero di persone disposte a spendere qualche euro in più per un genere alimentare meglio trattato e più genuino. Ecco perché prima di aprire una gelateria artigianale è opportuno mettere in conto che bisogna puntare dritto sulla qualità dei prodotti da proporre ai clienti per un business vincente e per sconfiggere la concorrenza. 

Anche avere un quadro chiaro di cosa si vuole commercializzare aiuta ad accorciare la strada verso il successo, per questo è necessario un business plan completo di ogni punto. Conoscere bene su quale target di riferimento puntare, quali gusti proporre e se bisogna puntare sulla tradizione o sull’innovazione sono domande a cui dare subito una risposta. Iniziare a lavorare senza considerare questi aspetti non è per niente conveniente, anzi le idee confuse portano soltanto a un rapido fallimento.

APRIRE UNA GELATERIA ARTIGIANALE: LUOGO, LOCATION E ALLESTIMENTO

Aprire una gelateria artigianale in un affollato centro abitato, nei pressi di una scuola, in un luogo turistico, nel bel mezzo di un centro storico rispetto a una zona isolata non è proprio la stessa cosa. Dare la giusta visibilità a una nuova attività commerciale è una delle prime cose da fare per iniziare a capitalizzare al massimo l’investimento iniziale. 

In tale direzione la scelta del luogo e della location riveste un ruolo di primo piano e dunque va fatta con estrema accortezza e solo dopo un’attenta analisi del territorio.

Serve un accurato studio di settore mirato principalmente alla ricerca della location ideale, ad individuare il target di riferimento e a conoscere gli eventuali concorrenti nelle vicinanze. Meglio, per quanto possibile, evitare di intraprendere l’attività commerciale dove esistono rivendite di gelati artigianali già affermate sul mercato e con una clientela fidelizzata. 

Una volta individuati il luogo e la location, arriva il momento di attrezzarsi e allestire i locali. Per poter lavorare e preparare gustosi e genuini gelati servono attrezzature e macchinari adeguati. Bisogna dotarsi del banco lavoro, dei frigoriferi, del pastorizzatore, del banco d’esposizione e di tutte le atre attrezzature occorrenti per la preparazione e la conservazione alla giusta temperatura dei gelati. 

Stiamo parlando di tutti quegli strumenti da lavoro per produrre ottime creme al cioccolato, al pistacchio, alla nocciola e molti altri gusti innovativi per soddisfare anche i palati dei consumatori più esigenti. Inoltre, siccome anche l’occhio vuole la sua parte, il punto vendita va arredato in maniera funzionale e carina per catturare subito l’attenzione dei clienti. La morale è sempre la stessa: ogni elemento della questione va attenzionato fino a i minimi particolari per un business vincente e soddisfacente sotto ogni punto di vista.

APRIRE UNA GELATERIA ARTIGIANALE: L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE

La competenza in materia è un aspetto fondamentale per avviare qualunque genere di attività commerciale. È solamente pura follia credere di conquistare una buona fetta di mercato senza capire nulla del mestiere che si va ad iniziare. Alla base del successo la passione e la maestria sono punti di partenza imprescindibili per un gelatiere, che prima di iniziare il lavoro deve studiare molto e bene per acquisire le dovute competenze. 

Fortunatamente aggiornarsi in questo campo non è difficile perché la proposta formativa esiste ed è piuttosto grande. Nel nostro Paese i corsi per diventare gelatiere sono numerosi, completi e neanche molto costosi. Corsi formativi di base per diventare gelatieri, ma anche corsi specializzati per imparare a trattare prodotti vegani e più innovativi. 

Per aspirare a diventare un ottimo gelatiere dunque bisogna necessariamente formarsi e perfezionarsi attraverso corsi di formazione e aggiornamento, da frequentare con attenzione per apprendere quanti più segreti di questo mestiere. Un po’ di tempo da dedicare alla formazione e qualche euro da investire potrebbero fare le vostre fortune. La concorrenza è troppa, ma non deve spaventare quando si conosce il mestiere alla perfezione e si crede nelle proprie capacità professionali.

APRIRE UNA GELATERIA ARTIGIANALE: ITER BUROCRATICO E CONSULENZA PROFESSIONALE

L’investimento di denaro e l’impegno di risorse fisiche e nervose da mettere in preventivo devono tenere conto anche di un preciso iter burocratico per aprire una gelateria artigianale correttamente e senza intoppi di percorso. Innanzitutto bisogna effettuare tutti quei lavori per rendere gli ambienti lavorativi perfettamente rispettosi delle norme igienico-sanitarie previste dalla legge. 

I permessi per operare vengono infatti concessi dalle autorità competenti solo dopo controlli molto approfonditi, anche perché stiamo parlando della commercializzazione di generi alimentari.

Inoltre è necessario iscriversi all’Albo delle imprese artigiane presso la CCIAA locale, aprire la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, regolarizzare le posizioni nei confronti di INPS e INAIL, segnalare al Comune l’inizio dell’attività e chiedere il permesso per l’esposizione dell’insegna. 

Con il trascorrere degli anni sono stati fatti indubbi passi in avanti per facilitare lo snellimento delle pratiche burocratiche, ciò non significa però che portare a termine tutto l’iter sia un compito facile.

Al contrario, la questione burocratica resta piuttosto difficile. Per questo si suggerisce il ricorso a un valido commercialista, una persona capace di ultimare il percorso burocratico nella maniera corretta e senza alcune perdite di tempo. Si tratta di un professionista pronto anche a indirizzarvi al meglio sulle scelte da fare e a darvi tanti altri utili consigli. 

Soprattutto quando le competenze in materia scarseggiano e quando l’esperienza non è tale da provare a fare tutto in totale autonomia è molto più opportuno delegare a un professionista la documentazione burocratica. Per trovare un serio commercialista basta consultare l’Ordine dei Dottori Commercialisti più vicino oppure chiedere a qualche amico di fiducia. 

Vista anche la facilità con cui è possibile affidarsi a un bravo e preparato commercialista si sconsiglia vivamente di provare a ultimare da soli l’intero iter burocratico. Fatte le ultime doverose raccomandazioni, ora è giunto il momento di farvi un grosso in bocca al lupo per l’apertura della vostra gelateria artigianale!