Aprire un centro di formazione: tutto quello che devi sapere

Aprire un centro di formazione

Con l’enorme difficoltà legata alla possibilità di trovare un’occupazione, la formazione oggi assume un ruolo ancora più importante rispetto al passato. Gli sbocchi lavorativi sono pochi e riservati esclusivamente a persone qualificate e formate, ecco perché aprire un centro di formazione può rappresentare un’ottima possibilità di guadagno. Una scelta opportuna per chi ha le adeguate capacità professionali e possiede i requisiti necessari per avviare questo genere di attività.

Infatti, per aprire un centro di formazione, occorrono specifici titoli di studio e particolari requisiti senza i quali non è possibile realizzare il progetto imprenditoriale. Anche perché organizzare corsi di formazione di qualità richiede personale altamente preparato e una gestione di alto livello. In questo caso la preparazione e l’esperienza dei collaboratori fanno la differenza per distinguersi sul mercato e battere la concorrenza di settore.

Ora vediamo insieme quello che c’è da sapere per avviare un centro di formazione nel rispetto delle regole e per partire con delle basi solide per ottenere il successo sperato: servizi da proporre ai potenziali corsisti, localizzazione dell’attività, burocrazia e tanto altro ancora.

APRIRE UN CENTRO DI FORMAZIONE: L’IMPORTANZA DEI CORSI E LA LORO DIFFUSIONE

Oggigiorno da sola la scuola di base non è sufficiente per la ricerca di un lavoro all’altezza delle aspettative, per aumentare le chance occorre conseguire altri titoli come lauree, master e frequentare specifici corsi di formazione. Particolarmente richieste per accedere a un posto di lavoro sono la conoscenza di una o più lingue straniere e determinate capacità informatiche. Ecco allora giustificata la costante crescita della domanda da parte degli utenti per frequentare i corsi di formazione.

Nel nostro Paese in aggiunta ai tradizionali corsi di formazione, da seguire in aula, cresce la diffusione dei corsi innovativi e interattivi. Trattasi di quei corsi che possono essere tranquillamente seguiti da casa via web attraverso le ormai famose piattaforme e-learning, caratterizzate da lezioni digitali e da tutor virtuali. Corsi online preferiti soprattutto da chi punta a un’ottimale gestione del proprio tempo e alla comodità di seguire il corso dal salotto di casa o da qualunque altra postazione internet.

Corsi innovativi che, in ogni caso, danno comunque la possibilità di relazionarsi con i docenti e rappresentano una buona alternativa ai corsi di formazione tradizionali. Tra l’altro, i corsi non sono frequentati esclusivamente da persone in cerca di prima occupazione ma anche da lavoratori che attraverso l’acquisizione di altre nozioni mirano a posizioni di maggiore prestigio. Una platea ampia che giustifica la grande diffusione dei centri di formazione e spinge gli interessati a nuove aperture.

APRIRE UN CENTRO DI FORMAZIONE: LOCALIZZAZIONE DELL’ATTIVITÀ

Delle buone basi per avere successo con un centro di formazione non possono prescindere dalla scelta del luogo dove avviare l’attività. Da attenzionare i luoghi trafficati, facilmente raggiungibili dai mezzi pubblici e privi di attività simili nelle vicinanze. Un centro di formazione in una zona isolata riduce notevolmente le possibilità di successo, al contrario uno ben posizionato garantisce un puntuale ritorno economico.

Dunque è opportuno aprire un centro di formazione ben localizzato e assicurare ai corsisti un’alternativa all’uso del mezzo proprio. La comodità piace a tutti e garantire il raggiungimento della sede con i mezzi pubblici è un buon punto di partenza per avere successo.

Occhio anche ad eventuali competitors nelle vicinanze, battere la concorrenza di una scuola di formazione già affermata non è mai un compito troppo facile anche se assolutamente possibile proponendo servizi unici e di qualità elevata. Conoscere il territorio è dunque importante anche per capire i potenziali clienti, per farlo si consiglia un’analisi di mercato molto accurata. Valide strategie per gettare delle solide basi e per trasformare ben presto il progetto in un’attività redditizia e soddisfacente sotto ogni punto di vista.

Un altro aspetto da attenzionare particolarmente è legato agli ambienti e alle loro dimensioni. La grandezza dei locali dipende dai corsi che si vogliono assicurare, più alto è il numero maggiori ambienti occorrono. Date importanza anche agli orari, per facilitare la frequentazione dei corsi anche da parte dei lavoratori. In quest’ottica organizzate corsi serali con orari flessibili, un modo pratico per aumentare il numero di corsisti.

APRIRE UN CENTRO DI FORMAZIONE: DOCUMENTAZIONE BUROCRATICA

In modo particolare in Italia, al momento di avviare una nuova attività imprenditoriale, per sbrigare la documentazione del caso occorrono competenze specifiche, esperienza e tempo a disposizione. Opportune premesse prima di entrare nel dettaglio per capire insieme quali sono i passaggi burocratici da effettuare per aprire un centro di formazione in piena regola.

Un’attività che non richiede una particolare complessità burocratica, in quanto in alcuni casi non è prevista né l’apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate né l’iscrizione alla Camera di Commercio: in questi casi è sufficiente rilasciare ai corsisti la ricevuta di pagamento.

Il reddito prodotto con il centro di formazione comunque sarà assoggettato a ritenute fiscali, in seguito se il fatturato totale supererà i 30 mila euro cambierà il regime fiscale e di conseguenza cambieranno gli obblighi a cui ottemperare.

Una buona regola prima di dare avvio a una nuova attività, resta quella di far riferimento all’amministrazione regionale per conoscere esattamente la modulistica e la documentazione da presentare. Per avere un quadro esaustivo della modulistica da presentare si consiglia di consultare i siti web regionali, dove generalmente viene riservato alla materia uno spazio specifico.

Pur non essendo lungo e complesso il percorso burocratico, come in altri casi, anche quando si tratta di aprire un centro di formazione si consiglia di farsi seguire da un serio professionista. Stiamo parlando di un commercialista preparato ed esperto, pronto a mettere a vostra disposizione tutta la sua competenza per svolgere le pratiche amministrative correttamente e senza perdite di tempo. Durante il periodo precedente all’avvio di un’attività le ansie sono già tante, meglio non accollarsi anche il peso dell’intero iter burocratico.

Rivolgersi a un commercialista significa dunque avere la certezza dalla correttezza della documentazione e vivere il momento con meno preoccupazioni. Allora perché rischiare quando si ha la soluzione a portata di mano? Inoltre, con l’investimento da fare per aprire un centro di formazione, pagare anche la parcella al commercialista non dovrebbe risultare un grosso problema. Per trovare un serio e preparato commercialista basta rivolgersi all’Ordine dei Dottori Commercialisti più vicino.

APRIRE UN CENTRO DI FORMAZIONE: CONSIGLI FINALI

La grande domanda di mercato oggi invita a progettare di aprire un centro di formazione, a condizione di possedere le capacità richieste e una preparazione adeguata alle circostanze. Bisogna offrire servizi di qualità per distinguersi dalla grande concorrenza, puntando dritto sulla diversità dei corsi offerti e garantendo ai corsisti dei prezzi altamente competitivi.

Difficile pensare di ottenere ottimi risultati senza la competenza necessaria per avviare e portare avanti un’attività di livello come questa. Quindi per un pronto ritorno economico meglio tenere conto di queste cose e non partire da sprovveduti.

Un altro aspetto a cui dedicare pazienza e tempo è la pubblicità. Una buona politica promozionale aumenta la visibilità del centro di formazione e di conseguenza favorisce la crescita del volume di affari.

A parte il passaparola che in termini pubblicitari è sempre un buon veicolo, bisogna promuovere l’attività sfruttando tutte le forme: sito web, riviste, giornali, etc. Restando in tema, per farsi conoscere è opportuno anche partecipare ad eventuali manifestazioni organizzate dalle istituzioni territoriali. Tutte strade da seguire per dare visibilità al proprio centro di formazione.

Le strategie per avere successo con una nuova attività esistono e sono diverse, bisogna conoscerle e valutarle con estrema attenzione. Dopo i consigli finali, adesso non resta che farvi gli auguri per l’apertura del vostro centro di formazione e per un grande successo!

 


  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.