Aprire una società alle Canarie: come si fa?

Aprire una società alle Canarie

Aprire una Società alle Canarie: quali sono i vantaggi e le procedure?

Aprire una società alle Canarie è un’opzione sempre più considerata da imprenditori di tutto il mondo, grazie ai numerosi vantaggi che queste isole offrono. La fiscalità alle Canarie rappresenta un aspetto fondamentale e particolarmente attraente per chi considera di investire o di trasferire la propria attività in queste isole. Situate nell’Oceano Atlantico e parte della Spagna, le Isole Canarie offrono un regime fiscale unico, distinto da quello della Spagna continentale, grazie a una serie di leggi e regolamenti specifici che mirano a promuovere lo sviluppo economico e attrarre investimenti esteri. La chiave del loro fascino risiede in un regime fiscale particolarmente favorevole, che si traduce in significativi benefici per le aziende che scelgono di stabilirsi in quest’area. In questo articolo analizzeremo:

  • Forme giuridiche per le società alle Canarie
  • Vantaggi Fiscali per le società
  • Fiscalità per le persone fisiche alle Canarie
  • Il mercato immobiliare canario

Forme Giuridiche per le Società alle Canarie

Prima di avviare un’attività alle Canarie, è essenziale comprendere le diverse forme giuridiche disponibili:

  • Società a Responsabilità Limitata (SL), ideale per piccole e medie imprese, che richiede un capitale minimo di 3.000 euro.
  • Società a Responsabilità Limitata di Nuova Creazione (SLNE), una variante della SL, pensata per facilitare la creazione di nuove imprese.
  • Società Anonima (SA), adatta alle grandi imprese, che richiede un capitale minimo di 60.000 euro. Infine, per chi desidera operare come freelance o professionista autonomo, l’opzione dell’Autonomo è la più indicata, non richiedendo un capitale iniziale.

Vantaggi Fiscali per le Società

Il sistema fiscale delle Canarie offre due principali incentivi: la Zona Speciale Canaria (ZEC) e la Riserva per gli Investimenti nelle Canarie (RIC).

La ZEC permette alle imprese di beneficiare di un tasso d’imposta sul reddito ridotto al 4%, a patto di creare almeno 5 posti di lavoro nel primo anno e investire almeno 100.000 euro in attività fisiche e materiali locali.

La RIC, invece, consente di detrarre fino al 90% degli utili reinvestiti nelle Canarie dall’imposta sul reddito.

Fiscalità per le Persone Fisiche alle Canarie

La fiscalità per le persone fisiche alle Canarie presenta caratteristiche uniche, rendendo l’arcipelago attraente sia per imprenditori che per residenti.

L’Impuesto sobre la Renta de las Personas Físicas (IRPF) è l’imposta principale per i residenti, con aliquote progressive che variano in base al reddito.

Per i non residenti, si applica l‘Impuesto sobre la Renta de No Residentes (IRNR), con un tasso fisso del 19%. Inoltre, esiste l’Imposta sulla Ricchezza per chi possiede un patrimonio netto superiore a 700.000 euro, escludendo la casa principale fino a un valore di 300.000 euro.

IRPF e IRNR: Dettagli e Aliquote

L’IRPF è strutturata con aliquote che vanno dal 19% per redditi inferiori a 12.450 euro, fino al 45% per redditi che superano i 60.000 euro. Questo sistema progressivo assicura un contributo fiscale equo in base al reddito. D’altra parte, l’IRNR, non essendo progressiva, applica un tasso fisso indipendentemente dal reddito generato alle Canarie.

Il Mercato Immobiliare Canario: Opportunità e Fiscalità

Il mercato immobiliare delle Canarie offre opportunità niche per gli investitori. Acquistare un immobile in queste isole non è solo un’ottima scelta per chi cerca una residenza in un luogo paradisiaco, ma anche un’interessante opportunità di investimento. Tuttavia, è fondamentale essere a conoscenza delle tasse e delle imposte associate all’acquisto di proprietà.

Tasse e Imposte sull’Acquisto di Proprietà

L’Impuesto sobre Transmisiones Patrimoniales (ITP) è una tassa di trasferimento patrimoniale con un tasso standard del 6,5%, mentre l’Impuesto sobre Bienes Inmuebles (IBI) è una tassa annuale basata sul valore catastale dell’immobile. Inoltre, vi è una tassa sulla raccolta dei rifiuti, variabile a seconda del comune. Per i redditi fondiari, la tassazione varia a seconda della residenza fiscale del proprietario, con un’imposta fissa del 19% per i non residenti.

Tassazione dei Redditi Foniari e Plusvalenza

I residenti sono tassati secondo una scala progressiva sui redditi fondiari, mentre i non residenti sono soggetti a un’imposta fissa. In caso di vendita di un immobile, la plusvalenza viene tassata come reddito da capitale. Tuttavia, se i proventi della vendita vengono reinvestiti nell’acquisto di una nuova proprietà entro i successivi 2 anni, è possibile ottenere un’esenzione dalle imposte sulla plusvalenza.

Se vuoi approfondire il tema e prenotare una consulenza, CLICCA QUI!

Se vuoi approfondire il tema “Aprire una società alle Canarie” guarda questo video.

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.