Aprire una discoteca a Ibiza: tutto quello che devi sapere

Aprire una discoteca a Ibiza

Aprire una discoteca a Ibiza può essere una idea interessante e molto remunerativa. Ibiza, una delle principali isole dell’arcipelago delle Baleari in Spagna, rappresenta una destinazione turistica internazionale di altissimo livello, famosissima in tutto il mondo. Migliaia di persone provenienti indistintamente da ogni luogo del pianeta la raggiungono in tutte le stagioni per apprezzare le sue bellezze naturali, il clima splendido e godere delle possibilità che offre la sua vita notturna.

Le spiagge di Ibiza sono affascinanti, come Cala Longa o come Cala Hort, ideale per ammirare il tramonto in inverno e l’isolotto di Es Vedra, famoso per la sua potenza magnetica, la terza del mondo, dopo quella del Polo Nord e delle Bermuda. Per assaporare un’atmosfera veramente hippie, si deve sperimentare la spiaggia di Benirrás, ogni domenica pomeriggio, per la sua atmosfera musicale con djembes e altre percussioni.

Il centro di Ibiza è piuttosto animato durante la notte, la maggior parte dei bar sono aperti e durante tutto l’anno c’è un’atmosfera quasi estiva. Il clima permette alle persone di sostare sulle terrazze per vedere gli artisti di strada che vagano per le piazze a intrattenere i turisti. La sicurezza è buona, l’ambientazione è caratteristica e gioiosa, i prezzi sono inferiori rispetto ad altri famosi centri turistici.

Una delle caratteristiche che ha reso famosa Ibiza è l’elevato numero di discoteche di qualità, alcune delle quali veramente prestigiose. In Ibiza brillano il Privilege, la più grande discoteca del mondo, che può ospitare fino a 10’000 persone, lo Space, che ha la particolarità di aprire le sue porte alle 8 del mattino e Es Paradis, che ha la caratteristica di trasformarsi in una piscina durante la “Fiesta del Agua”.

CONSIGLI PER APRIRE UNA DISCOTECA A IBIZA

L’ostacolo più grande che puoi incontrare nell’aprire una discoteca ad Ibiza è ovviamente lo sviluppo di un piano efficiente per contrastare i locali famosissimi ed attraenti che sono presenti sull’isola. Il compito non è facile soprattutto se punti ad aprire il locale proprio nella città di Ibiza, meno ostico se decidi di sviluppare il progetto nelle altre località municipali presenti sull’isola.

Santa Eulària des Riu, Sant Josep de Sa Talaia, Sant Antoni de Portmany e Sant Joan de Labritja, sono luoghi che offrono ai turisti possibilità diverse e nello stesso tempo complementari, quindi la localizzazione di una discoteca, posizionata ovviamente con un certo criterio, potrebbe rappresentare un notevole successo.

Al di fuori di Ibiza, l’apertura di una discoteca potrebbe avere maggiori probabilità di successo, perché li esiste minore concorrenza. Se riempi il vuoto nel mercato e apri un club in questi luoghi, avrai senz’altro maggiori soddisfazioni. Se invece desideri fermamente aprire un club ad Ibiza, preparati ad essere veramente molto creativo affinché il tuo progetto riesca a distinguersi dalla ferrea concorrenza.

In ogni modo devi cercare con puntigliosità un’eventuale lacuna nel mercato e cercare di sanarla, mettendo le basi per una buona riuscita del progetto rivolto a aprire una discoteca a Ibiza, nonostante la forte competizione.

Prima di terminare la ricerca della giusta localizzazione, considera che non puoi aprire la tua discoteca ovunque, inoltre approfondisci sempre il piano regolatore in vigore per scoprire se ci sono o ci saranno limiti alla sua apertura. In aree considerate residenziali, è molto probabile che l’apertura di una discoteca sia problematica o non consentita.

Una volta esaurita la ricerca della localizzazione adeguata devi iniziare a sviluppare un valido progetto, per procurarti tutti i documenti, le licenze e i permessi, non solo municipali ma regionali e nazionali, necessari per l’apertura della discoteca.

Oltre alle licenze e ai permessi devi prestare attenzione a molti altri aspetti, ad esempio alla realizzazione di un adeguato parcheggio e l’eventuale organizzazione del trasporto dei clienti provenienti da località limitrofe che desiderano non utilizzare mezzi propri o pubblici per raggiungere la discoteca.

Altri aspetti da prendere in considerazione sono le norme che regolano la protezione antincendio, le vie di fuga e di salvataggio, la stipula di un’assicurazione adeguata. È indispensabile inoltre dotarsi di un adeguato Business Plan, cioè un dettagliato piano aziendale sul quale impostare, tra l’altro, un’ipotesi di costi e ricavi per individuare il valore del capitale necessario.

In tutto il mondo, per ogni attività imprenditoriale la redazione di un Business Plan è fondamentale, ma tieni presente che in Spagna il linguaggio da utilizzare per il piano aziendale deve essere lo spagnolo. Inoltre se cerchi finanziamenti e investitori spagnoli o internazionali, devi sviluppare una versione del Businnes Plan in spagnolo e una in lingua inglese. Le Camere di commercio locali in Spagna (Cámaras de Comercio), mettono a disposizione consulenza e sostegno gratuiti agli imprenditori nello sviluppo di un adeguato piano aziendale.

Prima di aprire una discoteca a Ibiza, considerando la ferrea concorrenza, assumi il personale adeguato, efficiente, esperto e professionale.

Considera poi l’importanza dei seguenti aspetti:
– lo sviluppo di un’efficiente campagna pubblicitaria, con la realizzazione di poster e volantini invitanti;
– l’uso intelligente dei social media, a tuo vantaggio;
– la progettazione di un sito web veramente attraente e invitante;
– l’organizzazione di feste a tema ed eventi speciali;
– l’offerta di happy hour originali,
– il mantenimento della pulizia ottimale dei locali e l’adeguamento continuo a tutti i requisiti legali e di sicurezza.

FINANZIAMENTO E FORMA SOCIETARIA

Aprire una discoteca a Ibiza, comporta uno sforzo economico non indifferente e quindi ci potrebbe essere la necessità di ricorrere a un adeguato finanziamento, attraverso le seguenti formulazioni:
– il prestito (Préstamos);
– la sovvenzione (Subvenciones o Ayudas);
– il ricorso agli Angel Investors o Business Angels;
– le linee di credito (Cuenta de crédito o póliza de crédito).

Il prestito, Préstamos, è possibile sia per imprenditori residenti che non residenti. I tassi variano in proporzione alla entità della cifra richiesta. Potrebbe essere richiesta la restituzione della cifra da tre anni fino a quindici, con formulazioni mensili, trimestrali o semestrali.

Puoi valutare la strada delle sovvenzioni (Subvenciones o Ayudas), disponibili anche per le imprese nuove, a livello comunale, provinciale, regionale, nazionale e dell’Unione europea. Questa pratica potrebbe comunque avere scarse probabilità di successo in quanto comunemente disponibili solo in determinati settori e soprattutto se creano occupazione in particolari aree o a favore di determinate popolazioni svantaggiate.

Gli Angeli Investitori (Red Española de Business Angels), sono rappresentati da privati che investono in varie attività e ovviamente puntano su un buon rendimento del loro investimento, come qualsiasi banca. Il vantaggio è che le condizioni di investimento e la quantità di rischio che un privato è disposto ad assumersi variano notevolmente. In molti casi in cui le banche hanno negato il loro aiuto, gli angeli investitori hanno comunque fornito un adeguato soccorso.

Durante la fase iniziale, le linee di credito (Cuenta de crédito o póliza de crédito ), possono essere considerate un prestito di sicurezza per i costi extra, molto spesso imprevisti, ma che si potrebbero verificare. Pagando una quota iniziale si ha l’opportunità di vedere concessa una linea di credito che permette di avere denaro in caso di urgente necessità. I tassi di interesse possono essere fissi o variabili e la scadenza generalmente è ad un anno.

In fase di progettazione e di sviluppo del piano aziendale per aprire una discoteca a Ibiza, devi ovviamente prendere in considerazione la forma societaria da dare alla tua impresa. Probabilmente la forma societaria migliore è quella a responsabilità limitata. Esiste anche la possibilità di impostare l’impresa come ditta individuale, ma con il rischio di dovere poi accollarsi tutte le spese in caso fallimentare.

 

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.