Aprire un’agenzia di sicurezza: tutto quello che devi sapere

Aprire un'agenzia di sicurezza

Ai nostri giorni, aprire un’agenzia di sicurezza può dare grandi soddisfazioni per chi desidera diventare imprenditore perché numerose attività come gli stadi, i teatri, i cinema, le discoteche, i negozi, le industrie, i centri commerciali e tante altre realtà hanno bisogno dei servizi di sicurezza per prevenire i furti e le aggressioni. Ad esempio, secondo le leggi del nostro paese, negli stadi in grado di accogliere un pubblico di almeno 7.500 spettatori è necessaria la presenza di addetti alla sicurezza nel numero di 1 steward ogni 150 persone.

Al riguardo, essendo il mercato della security in continua crescita e promettendo interessanti prospettive di lavoro e di guadagno, se desideri aprire un’attività per gestire la sicurezza interna e cerchi un aiuto per muoverti nell’iter burocratico italiano puoi rivolgerti ad uno Studio di Dottori Commercialisti. Inoltre, puoi approfondire la lettura di questa guida che ti spiega tutto quello che devi sapere per aprire un’agenzia di sicurezza.

COME APRIRE UN’AGENZIA DI SICUREZZA

Un’agenzia di sicurezza è un’impresa che offre dei servizi di security sia ai cittadini che alle aziende pubbliche e private, in modo saltuario o fisso e con fini lucrativi. In particolare, un’attività di sicurezza può essere incentrata sulla custodia e la vigilanza delle proprietà altrui, sullo svelare i concorrenti sleali e/o i dipendenti infedeli, sulla scoperta di truffe, sul trasporto di valori, sulla vigilanza armata oppure effettuata con il teleallarme o via satellite, ecc. Inoltre, i servizi di sicurezza possono riguardare il controllo e la protezione delle fabbriche, delle manifestazioni, del territorio e delle persone e la ricerca e l’analisi di particolari informazioni.

Per poter aprire un’attività di sicurezza bisogna espletare degli adempimenti burocratici e possedere determinati requisiti morali e legali, ad esempio, devi essere incensurato. Nello specifico, fra i vari adempimenti per ottenere la licenza del Prefetto indispensabile per aprire un’agenzia di sicurezza devi compilare una domanda in marca da bollo che indichi i tuoi dati e quelli degli eventuali soci, amministratori e dipendenti, l’indirizzo degli uffici operativi e della sede legale e i servizi di sicurezza che intendi espletare. A tale richiesta devi allegare la copia della tuo documento di identità, del tuo curriculum, della planimetria dei locali, dell’atto costitutivo e dello statuto, la documentazione comprovante le tue capacità professionali e le tue disponibilità finanziarie e la tabella dei prezzi che intendi applicare ai servizi che ti accingi ad offrire.

Inoltre, alla domanda per ottenere la licenza del Prefetto devi allegare anche le copie delle carte di identità, dei curricula e della documentazione comprovante le capacità professionali di tutto il personale dipendente, dei soci e degli amministratori. La cauzione per la licenza è pari a 50.000 euro.

I PASSAGGI PER APRIRE UN’AGENZIA DI SICUREZZA

Dunque, quali sono i passaggi necessari per aprire un’agenzia di sicurezza in Italia? Ebbene, per aprire un’attività di security devi:

  • scegliere la tipologia di agenzia di sicurezza di tuo interesse, per esempio di vigilanza armata, di vigilanza non armata, di servizi antitaccheggio, di bodygard, investigativi, di analisi del rischio, eccetera;
  • richiedere all’ASL le autorizzazioni d’idoneità dei locali in cui lavorare in termini igienico-sanitari, urbanistici, edilizi e antincendio;
  • recarti all’ufficio Territoriale del Governo, ex Prefettura, per ottenere la licenza obbligatoria perché le società di sicurezza, di investigazione, di custodia e di vigilanza armata possano iniziare la loro attività. Al riguardo, è bene sottolineare che per la vigilanza non armata non è richiesta alcuna licenza;
  • rivolgerti allo sportello telematico SUAP, acronimo di Sportello Unico Digitale Attività Produttive, utile strumento per facilitare e velocizzare l’invio delle pratiche burocratiche per avviare e gestire le imprese;
  • contattare uno Studio di Dottori Commercialisti per richiedere una consulenza sulla tipologia di società da costituire, sulle tematiche fiscali attuali e sulla stesura di un business plan dettagliato. A tal proposito, questo piano deve contenere documenti come lo studio di fattibilità, le ricerche di mercato, la previsione degli investimenti da effettuare e dei finanziamenti da richiedere, i costi fissi e variabili da sostenere e le entrate necessarie a coprirli, il nome dell’azienda, il numero dei soci e la forma giuridica dell’azienda da avviare;
  • aprire la Partita IVA facendone richiesta all’Agenzia delle Entrate;
  • iscriverti al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio per svolgere legalmente la tua attività professionale;
  • valutare i costi necessari per acquistare gli arredi e i dispositivi indispensabili a realizzare i servizi di sicurezza da garantire ai clienti, per prendere in affitto o per comprare i locali per la sede legale e per gli uffici operativi, per i permessi legali e per pagare i tributi allo Stato, i dipendenti e le varie utenze;
  • avere la fedina penale pulita e assumere solo personale incensurato;
  • aprire le proprie posizioni INAIL e INPS e quelle del personale assunto;
  • assumere gli agenti della sicurezza rispettando il CCL, cioè il contratto collettivo di lavoro, del settore della sicurezza;
  • far formare e aggiornare con appositi corsi gli addetti alla sicurezza, soprattutto perché questi collaboratori imparino a gestire le situazioni più imprevedibili e difficili, non solo a livello fisico, ma anche a livello psicologico, in particolare per placare i conflitti fra le persone in maniera corretta.
  • promuovere la tua agenzia di security con il passaparola ed anche con la pubblicità tradizionale e quella digitale;
  • dichiarare l’inizio dell’attività inviando l’autocertificazione SCIA, cioè la segnalazione di inizio attività, al sindaco del comune di riferimento e allo sportello telematico SUAP;
  • informarti sulla possibilità di beneficiare di particolari agevolazioni fiscali oppure contributi a fondo perduto regionali, statali o UE.

 

 

  Comments: 14

Commenti

  Commenti: 14


  1. salve mi chiamo mastracci ermanno e volevo sapere quale titolo di studio bisogna avere per aprire un, agenzia di sicurezza,se non vado errato è una licenza prefettizia per istituto di vigilanza lettera c,perchè non sono chiare le informazioni,volevo sapere se voi avevate informazioni piu precise,grazie.

    • Riccardo Allievi


      Buongiorno, la normativa non è univoca su base nazionale. Per maggiore assistenza ci può chiamare allo 02/9464246.


  2. salve mi chiamo mastracci ermanno e volevo sapere quale titolo di studio bisogna avere per aprire un, agenzia di sicurezza,se non vado errato è una licenza prefettizia per istituto di vigilanza lettera c,perchè non sono chiare le informazioni,volevo sapere se voi avevate informazioni piu precise,grazie.

    • Riccardo Allievi


      Buongiorno, la normativa non è univoca su base nazionale. Per maggiore assistenza ci può chiamare allo 02/9464246.


  3. Salve dott. Allevi ,
    ho una curiosità per aprire una vigilanza non armata Body Guard è lo stesso procedimento sempre una cauzione da 50.000?


  4. Salve sono un ex finanziere volevo aprire un agenzia di sicurezza , vorrei capire meglio al livello burocratico la differenza tra armata e Non armata . Sono a Catania
    Grazie saluti


  5. sono ex guardia particolare giurata vorrei aprire sicurity non armato cosa serve di documenti


  6. Buongiorno vorrei aprire un agenzia di servizi fiduciari sicurezza non Armata portierato cosa mi serve regione Lombardia grazie

  7. Francesco Montano


    Dott. Allevi salve una delucidazione .
    Sono un militare Graduato in pensione ex uff. di Pg. Sono stato convocato per fare l’amministratore per un Istituto di Vigilanza armata e Non , uno dei soci si è opposto perché io non avevo un diploma professionale, ma avevo un diploma dell accademia militare , a suo dire la legge così prevede. È vero? È possibile che un militare con un ampio curriculum non sia idoneo? Ci vogliono dei titoli ben precisi per fare l amministratore e/o il direttore tecnico.Grazie per la sua attenzione

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.