Aprire un negozio di ottica: tutto quello che devi sapere

Occhiali da Sole

APRIRE UN NEGOZIO DI OTTICA

Aprire un negozio di ottica è sicuramente l’attività adatta per quei soggetti che hanno la qualifica di ottico (operatore meccanico ottico), o comunque da qualsiasi persona che voglia iniziare questo tipo di attività, purché affiancato da un soggetto con questa qualifica. Quindi per poter aprire un negozio di ottica è fondamentale essere in possesso della qualifica, o di un titolo di studio adeguato, ossia una laurea in optometria e ottica, che si differenzia dalla laurea in oculista in quanto l’ottico non può prescrivere dei medicinali.

DOVE APRIRE UN NEGOZIO DI OTTICA

Come ogni attività per poter aprire un negozio di ottica è necessario un locale che abbia determinate caratteristiche, prima di tutto è di fondamentale importanza affittare o acquistare un locale in una zona ad alto transito pedonale,  in zone centrali della città oppure in centri commerciali. Il locale dovrà aver una certa dimensione per poter esporre la propria merce e per poter arredare il laboratorio, sarebbe perfetto avere anche a disposizione un parcheggio nelle vicinanze.

LA BUROCRAZIA

Dal punto di vista burocratico è necessario rispettare le norme e gli adempimenti richiesti dalla burocrazia italiana per evitare di incorrere in sanzioni.

Prima di tutto è fondamentale:

  • Aprire la Partita IVA;
  • Presentare la documentazione che attesti il possesso dei titoli di studio (qualifica o laurea);
  • Presentare la SCIA, per la comunicazione di inizio attività, nel comune di appartenenza;
  • Iscriversi al Registro delle Imprese;
  • richiedere l’autorizzazione della Asl d’appartenenza e ottenere il certificato di idoneità igienico/sanitaria.

Nel caso il vostro locale abbia bisogno di essere ristrutturato prima di iniziare l’attività si deve presentare al Comune la Denuncia di inizio attività edilizia (D.I.A.).

COSTI DA SOSTENERE

Per aprire un negozio di ottica è importante analizzare quali siano i costi da sostenere per intraprendere e iniziare questo tipo di attività. Prima di tutto come precedentemente riportato, si devono considerare i costi di acquisto o affitto del locale, successivamente le spese per le utenze, oltre che le spese per la fornitura dei prodotti; eventualmente anche il costo per il personale dipendente.Una spesa rilevante sarà sicuramente quella per l’acquisto della merce, che sarà fondamentale per determinare il tipo di clientela che si intende attirare.

In conclusione aprire un negozio di ottica è sicuramente un’attività che comporta grande impegno e competenze, oltre ad un capitale iniziale abbastanza elevato, anche se comunque è uno dei settori più solidi e sicuri, in quanto la clientela preferisce comprare prodotti di qualità per non arrecare danni ulteriori alla propria vista.

 

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.