Aprire un negozio di fotografia: tutto quello che devi sapere

Aprire un negozio di fotografia

Come in passato, anche ai giorni nostri l’idea di aprire un negozio di fotografia è intraprendente ed interessante, sia dal punto visto delle semplici soddisfazioni personali che sotto l’aspetto strettamente economico. L’arte della fotografia da sempre ha suscitato molto interesse da parte di migliaia di curiosi e rappresentato per molte altre persone un mezzo di guadagno abbastanza redditizio. Al contrario di quanto si possa pensare, però, intraprendere questa attività imprenditoriale non è così facile, ma serve un lavoro da portare avanti con giudizio e grande senso di responsabilità.

A fare la differenza in questo campo sono la professionalità, l’arte creativa, la fantasia, il carisma, la specializzazione e tante altre qualità comuni ad altri imprenditori: capacità relazionali, disponibilità, volontà, spirito di iniziativa, etc. Non tenere conto di tutto questo sarebbe un’imperdonabile leggerezza e significherebbe esporsi a seri rischi di vedere sfumare il proprio progetto commerciale. Anche perché aprire un negozio di fotografia presuppone un investimento economico proporzionato al progetto che si vuole realizzare e, quindi, in alcuni casi, piuttosto corposo. Tutte valide ragioni che devono spingere a un’attenta analisi preliminare prima di prendere qualunque iniziativa legata a questo campo di attività. Allora vediamo insieme quali sono i passi da seguire per dare concretezza al progetto, tutto quello che c’è da sapere per avviare uno studio fotografico.

APRIRE UN NEGOZIO DI FOTOGRAFIA: BUSINESS PLAN

Per realizzare un qualunque progetto imprenditoriale che si ha in mente, un ottimo punto di partenza è la redazione di business plan efficace e completo di tutti gli elementi utili. Con questo strumento si mettono per iscritto e si pianificano con cura i dati della nuova attività commerciale. Redigere un buon business plan non è semplice, ma è assolutamente importante per analizzare il mercato da conquistare, per prevedere i costi per le attrezzature e per la gestione del personale. Un documento programmatico, strategico e analitico dalle diverse finalità.

Nella sostanza si tratta di rispondere a una serie di domande, tra le quali:

-qual è l’entità dell’investimento?

-quali sono gli obiettivi da raggiungere?

-quali sono i punti di forza e le eventuali debolezze?

-quanti negozi fotografici ci sono in zona?

-qual è il flusso di potenziali clienti?

-dove reperire i finanziamenti?

Il business plan è dunque uno strumento importante per tutte le attività imprenditoriali e chiaramente ance per uno studio fotografico.

APRIRE UN NEGOZIO DI FOTOGRAFIA: LOCATION

Rispetto alle altre, questa attività commerciale non fa eccezione: la scelta della location e la sua ubicazione giocano un ruolo fondamentale per avere successo. Un negozio di fotografia è una forma di business che necessita di un’ubicazione strategica in quanto, oltre ai clienti acquisiti, il posizionamento del locale deve garantire un buon flusso di passaggio per aumentare il giro di affari. In parole semplici, il negozio deve essere visibile a tutti e non nascosto in un angolo sperduto di periferia.

Occorre impegno e denaro per trovare un locale in perfetta linea con le proprie esigenze, generalmente si preferisce un negozio con soffitti alti e di dimensioni tali da garantire alcuni spazi. Una parte del locale infatti va riservato alla posa e va dotata di sfondi sulle pareti per creare gli effetti giusti ai servizi fotografici, mentre un altro spazio è da dedicare al ritocco e alla stampa delle foto. Ecco perché in genere sono da attenzionare le misure, in quanto un locale di piccole dimensioni limiterebbe notevolmente il raggio di azione.

E’ molto opportuno riservare il giusto tempo anche a un’approfondita indagine di mercato, per capire l’eventuale presenza in zona di competitors e il flusso di potenziali clienti. Fare attenzione a tutti questi aspetti legati alla scelta della location significa porre delle basi solide alla propria attività commerciale e limitare sensibilmente i rischi di vedere sfumare i propri sogni.

APRIRE UN NEGOZIO DI FOTOGRAFIA: ATTREZZATURE NECESSARIE

Per uno studio fotografico di rispetto servono le apparecchiature necessarie, da scegliere con enorme attenzione per valorizzare al massimo la qualità del proprio lavoro. Basti pensare che per una macchina fotografica digitale di buona qualità il costo da affrontare si aggira intorno ai 1200/1300 euro. La macchina fotografica è lo strumento di lavoro principale, ma sicuramente non l’unico. In aggiunta, vanno acquistati un paio di computer con prestazioni elevate e un paio di gruppi di continuità in caso di black-out. La lista delle apparecchiature continua con la cinepresa digitale HD, oggi è impensabile svolgere questa attività senza realizzare video di livello. Alla macchina fotografica, ai computer e alla cinepresa digitale vanno aggiunti poi chiavette usb, filtri, flash, cavalletti, etc.

APRIRE UN NEGOZIO DI FOTOGRAFIA: PRATICHE BUROCRATICHE

Anche quando si tratta di aprire un negozio di fotografia si deve fare i conti con una serie di adempimenti burocratici. In prima battuta bisogna comunicare all’ufficio preposto del Comune competente territorialmente l’inizio attività, una comunicazione da fare attraverso la presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività). Naturalmente, propedeutica all’avvio della nuova attività commerciale, anche l’autorizzazione per il riconoscimento dell’agibilità e della sicurezza del locale.

A seguire servono l’apertura della partita IVA, una richiesta da farsi su uno specifico modello da presentare all’Agenzia delle Entrate, e le iscrizioni al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, all’INPS e all’INAIL. Queste ultime due iscrizioni sono molto utili rispettivamente per il versamento dei contributi previsti dalla legge e per la tutela contro eventuali infortuni sul lavoro. Informatevi, inoltre, sulla possibilità di fruire di eventuali agevolazioni fiscali per pagare meno tasse.

Effettivamente seguire l’intero percorso burocratico presuppone del tempo a disposizione e una certa conoscenza della materia amministrativa-fiscale, un iter solitamente nel nostro Paese lungo e complesso. In linea generale, per superare le difficoltà del caso senza incidenti di percorso, è meglio affidarsi alla competenza e all’esperienza di un bravo commercialista. Stiamo parlando di un professionista qualificato in grado di garantirvi la massima correttezza di tutti i documenti occorrenti e il loro disbrigo in tempi relativamente brevi. Nel caso in cui non si riesca a trovarne uno di fiducia è sufficiente contattare l’Ordine dei Dottori Commercialisti della vostra zona. Vale la pena aggiungere all’investimento complessivo anche i costi per la parcella del commercialista, per vivere serenamente la fase legata all’apertura del vostro negozio di fotografia.

APRIRE UN NEGOZIO DI FOTOGRAFIA: CONSIDERAZIONI FINALI

Analizzati i punti chiave utili all’apertura di un negozio di fotografia, non resta che darvi alcuni ultimi interessanti suggerimenti. Ricordatevi di attuare una politica dei prezzi congruente con l’offerta di mercato e di fare tanta promozione. Limitare la pubblicità all’esposizione in vetrina dei lavori fotografici è un errore, perché sarebbe un veicolo promozionale riservato esclusivamente alle persone di passaggio.

Invece serve pubblicizzare adeguatamente la propria attività mediante tutti i canali di comunicazione, vecchi e nuovi, come televisione, radio, riviste, quotidiani e internet. Vista la grande concorrenza presente sul mercato sarebbe un vero e proprio peccato non fruire di questi validi e veloci mezzi per aumentare il proprio volume di affari, anche se naturalmente il passaparola resta comunque un efficace strumento promozionale.

Per quanto riguarda invece la possibilità di reperire i fondi necessari per l’investimento, fate molta attenzione ai bandi regionali per non privarvi di qualche agevolazione pubblica e valutate anche l’opportunità di rivolgervi a qualche istituto di credito per ricevere un prestito. Un giro sul web vi permetterà di conoscere le numerose offerte delle banche e, con l’utilizzo dei comparatori online, di confrontare dettagliatamente i diversi preventivi prima di scegliere l’offerta più conveniente. Un grande in bocca al lupo e buona apertura del vostro negozio di fotografia.

 

  Comments: 2

Commenti

  Commenti: 2

  1. michelangelo convertino


    articolo molto interessante e molto utile per chi coltiva questo sogno e per chi ama la fotografia.io sono un fotografo food, michelangeloconvertino.it, e credo nella possibilità di crearsi un futuro professionale in questo campo,anche in Italia.

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.