Aprire un negozio di articoli per la casa: tutto quello che devi sapere

Aprire un negozio di articoli per la casa

Vista l’enorme attuale domanda dei consumatori italiani, progettare di aprire un negozio di articoli per la casa è una concreta opportunità per mettersi in proprio. Un’attività commerciale già intrapresa da un buon numero di imprenditori, ma sempre potenzialmente redditizia e in grado di garantire tante soddisfazioni personali. Come in ogni altro campo, per dare seguito all’idea e trasformarla in una vera e attività di successo bisogna investire una buona dose di risorse caratteriali ed economiche.

Spirito di iniziativa, capacità imprenditoriali, sacrifici, volontà e i fondi necessari sono elementi portanti per dare avvio a una nuova attività commerciale. Con le basi solide commercializzare articoli per la casa è quasi sempre sinonimo di guadagno, importante è individuare le strategie opportune e garantire ai consumatori un’offerta in perfetta linea con la loro domanda.

Un tipo di attività indicato per qualunque categoria di persone: donne, uomini, giovani e anziani. Allora vediamo insieme cosa sapere per aprire un negozio di articoli per la casa in piena regola: dalle risorse finanziarie ai consigli finali, passando per la location, le strategie di mercato e la burocrazia.

APRIRE UN NEGOZIO DI ARTICOLI PER LA CASA: RISORSE FINANZIARIE

Quando si tratta di avviare una nuova attività imprenditoriale la prima cosa è poter disporre del capitale sufficiente per affrontare i costi iniziali, anche se in questo caso non parliamo di una somma di denaro eccessivamente alta. Una buona strada da seguire per procurarsi il denaro è quella di provare ad ottenere qualche agevolazione pubblica, un modo efficace per tutelare i propri risparmi.

In Italia, spesso le Regioni favoriscono gli investimenti da parte di giovani, donne e disoccupati con la concessione di finanziamenti agevolati da restituire a condizioni favorevoli. Parliamo di finanziamenti a tassi di interessi molto convenienti e da restituire con comode rate. Per tenersi aggiornati su tali opportunità si consiglia di consultare periodicamente il sito ufficiale della Regione di riferimento e avere così un quadro completo della situazione.

La consultazione online delle sezioni, appositamente create dalle Regioni per promuovere i finanziamenti pubblici agevolati, permette di conoscere i requisiti di accesso, la documentazione richiesta, le somme disponibili e i termini di presentazione della domanda. Richieste di finanziamento naturalmente sottoposte a rigidi controlli da parte di specifiche commissioni, anche se questo non deve spaventare se si pensa di avere i requisiti giusti e se si presenta un valido progetto per accedere alle agevolazioni.

APRIRE UN NEGOZIO DI ARTICOLI PER LA CASA: PRODOTTI, LOCATION E STRATEGIE DI MERCATO

Per partire con il piede giusto quando si vuole aprire un negozio di articoli per la casa è determinante la conoscenza del settore merceologico che si vuole trattare. Le marche dei prodotti da commercializzare sono infatti talmente tante da indurre in confusione, come diversa è ovviamente la qualità dei prodotti stessi. Importante, dunque, prendere favorevoli accordi con i grossisti per assortire il proprio negozio con articoli particolarmente convenienti per i consumatori relativamente al rapporto qualità/prezzo.

Passando invece alla location, sono da preferire locali situati in posizioni strategiche. La location ideale per avviare una nuova attività commerciale deve innanzitutto essere ben visibile, deve trovarsi in un centro abitato e facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici. Per quanto riguarda invece le dimensioni, per aprire un negozio di articoli per la casa può bastare un locale intorno ai 100/120 metri quadrati.

Riuscire a trovare un locale perfettamente in linea con le proprie aspettative presuppone un’indagine di mercato ben condotta. Un’analisi del territorio mirata anche a conoscere la realtà locale, il bacino d’utenza e la presenza in zona di eventuali concorrenti. Avere successo in una zona dove da anni sono radicati altri competitors è sempre molto più complicato.

Una volta trovato il locale adatto alle proprie esigenze, dovrete riservare tempo e particolari attenzioni al suo allestimento. L’impatto visivo ha la sua importanza e fa sempre presa sui consumatori finali. Per questi motivi gli ambienti da destinare alla commercializzazione degli articoli dovranno essere belli luminosi, confortevoli, puliti, profumati e con i prodotti ben visibili.

Il cliente deve avere l’opportunità di trovare ciò che cerca in breve tempo e non perdere diversi minuti per individuare il prodotto da comprare. Agli inizi principalmente, inoltre, per favorire un maggiore afflusso dei clienti è opportuno effettuare una buona politica dei prezzi, a partire dal mettere bene in evidenza le offerte speciali. Al cliente interessano la qualità dei prodotti e il loro costo, trascurare questi elementi significa partire in modo sbagliato. Regole di mercato semplici, conosciute e sempre di moda, dalle quali è opportuno non prescindere mai.

APRIRE UN NEGOZIO DI ARTICOLI PER LA CASA: DOCUMENTI BUROCRATICI

Anche in questo caso, prima di iniziare l’attività imprenditoriale bisogna superare lo scoglio delle documentazioni burocratiche. Per la verità, con l’avvento dei servizi telematici e lo snellimento di alcuni passaggi burocratici, da questo punto di vista la situazione è migliorata parecchio. Ciò nonostante per aprire un negozio di articoli per la casa bisogna seguire un iter ben preciso. Il primo passaggio da fare è quello di interpellare lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) per conoscere con esattezza i documenti da presentare, le scadenze e tutte le altre informazioni utili.

Un’altra cosa da fare è la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), senza la quale non è possibile l’apertura di nessun negozio. Inoltre occorre l’apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, l’iscrizione alla Camera di Commercio e regolarizzare le posizioni INPS e INAIL. Senza la regolare iscrizione all’INPS non è infatti possibile versare i contributi previdenziali, mentre con l’iscrizione all’INAIL ci si tutela contro gli infortuni sul lavoro.

Non è mai troppo semplice avere a che fare con la burocrazia soprattutto in un Paese come l’Italia, dove notoriamente la burocrazia è lunga e complessa. Proprio per questo si suggerisce il ricorso alla consulenza di un vero e proprio professionista del settore, una persona in grado di portare a termine l’intera procedura burocratica senza intoppi di percorso.

Quando si tratta di avviare una nuova attività commerciale le risorse da investire sono già tante e il tempo non è mai troppo, quindi molto meglio lasciarsi alle spalle le grane burocratiche affidandosi a un serio commercialista. Per trovarne uno che fa al vostro caso basta interpellare direttamente l’Ordine dei Dottori Commercialisti della vostra zona. Rischiare di sbagliare qualche adempimento burocratico e ritardare così l’apertura del vostro negozio è un rischio da non correre assolutamente quando la valida soluzione è facile da trovare.

APRIRE UN NEGOZIO DI ARTICOLI PER LA CASA: CONSIGLI FINALI

Nonostante una concorrenza evidente e radicata su tutto il territorio nazionale, aprire un negozio di articoli per la casa è ancora una buona idea imprenditoriale. Un progetto commerciale da portare avanti con criteri logici e precise regole di mercato, senza i quali difficilmente si riuscirà ad avere successo. Avviare un’attività con leggerezza non conviene perché, al contrario, un progetto imprenditoriale richiede professionalità, sacrifici e studio dei minimi particolari, oltre a un impegno economico non indifferente.

Proprio per non vanificare l’investimento iniziale con un veloce, quanto dannoso fallimento, è bene avere piena coscienza di questi concetti di base. Altrimenti è molto meglio abbandonare l’idea sul nascere per non sprecare inutili risorse magari da impiegare in altre cose. Dopo questi ultimi consigli finali, adesso non resta che augurarvi un grande augurio per l’apertura del vostro negozio di articoli per la casa!

 

 

  Comments: None

Commenta ora

Confermo di acconsentire al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento UE 679/16 e di aver preso preso visione dell'informativa privacy.